Forlì

Forza Nuova in piazza, insulti e tensione

Per la contromanifestazione della sinistra arrivano in 250. Vola una bottiglia, gli antagonisti cercano il contatto: bloccati

| Altro
N. Commenti 0

15/marzo/2015 - h. 09.40

FORLI' - Cori, insulti e un fuori programma da adrenalina. E’ stato un pomeriggio teso quello vissuto ieri in piazza Saffi. Per contrastare la manifestazione di Forza Nuova, contro l’immigrazione, sono arrivati in 250. Un’affollata protesta, non autorizzata, che ha visto esponenti del Pd, molti ex assessori, ex consiglieri regionali, esponenti di Rifondazione Comunista, della Cgil, dell’Anpi a cui si sono aggiunti gruppi anarchici, che ha di fatto impedito alla forza politica di estrema destra di sfilare liberamente in piazza.

Gli attivisti di Forza Nuova, una cinquantina giunti da tutta la Romagna, sono arrivati da via Allegretti protetti da un cordone di sicurezza formato da carabinieri e polizia in tenuta antisommossa. Fin dal loro arrivo, dal lato della Camera di Commercio, un gruppetto di antagonisti ha tentato il contatto con il corteo ma è stato prontamente bloccato dalle forze dell’ordine. Poi il confronto a distanza è andato avanti a suon di cori e controcori: “Via i fascisti dalle città” scandivano a sinistra brandendo fiori e cantando “Bella ciao”. “Forza Nuova, orgoglio nazionale”, “Basta immigrazione” i cori dei neofascisti che hanno anche più volte fatto il saluto romano mostrando svastiche tatuate sulle braccia.

Dal gruppo dei giovani antagonisti è anche volata una bottiglia che fortunatamente non ha colpito nessuno. Il fatto ha generato la reazione degli aderenti a Forza Nuova che alla fine della manifestazione, invece di defluire verso il tribunale da via Allegretti hanno attraversato il chiostro trovandosi faccia a faccia con le “guardie” improvvisate del sacrario dei caduti civili della resistenza al Fascismo. Nuova tensione contenuta dalle forze dell’ordine.

(ri)