Karate

Luigi Busà: "Più forte di tutti, fuorché di papà" (gallery)

Il due volte campione del mondo di karate ha tenuto uno stage in Irlanda con il padre-maestro: "Devo tutto a lui"

| Altro
N. Commenti 0

11/gennaio/2017 - h. 16.08

Di ritorno dall'Irlanda, Luigi Busà, due volte campione del mondo di karatè (nel 2006 a Tampere e nel 2012 a Parigi), prima di rientrare nella sua Avola, in Sicilia, ha fatto sosta a Milano Marittima per girare uno shooting fotografico al Pineta di Milano Marittima. Riposto, per un attimo, kimono e cintura, il campionissimo del kumite (bronzo agli ultimi Mondiali di Linz) si è sottoposto ad alcuni scatti nel prive della disco-luxury. 
Nel weekend dell'Epifania, Busà ha organizzato in Irlanda, a Dublino, uno stage "Father & Sons" con Nello Busà, suo maestro e, soprattutto, suo padre: "L'obiettivo spiega Busà - era proprio quello di far conoscere il valore del mio maestro, l'uomo che, con i suoi insegnamenti, mi ha portato sul tetto del mondo. Non avrei mai pensato che, insieme, un giorno, saremmo riusciti ad organizzare una cosa di questo livello". 
Già, ma perché proprio a Dublino? "Il karate è una disciplina emergente in Irlanda - spiega Busà - anche se i suoi atleti non occupano ancora i primi posti del ranking mondiale. Per questo, sempre più spesso, in questo spicchio di Gran Bretagna, vengono invitati i migliori karateki del pianeta, con l'obiettivo di far crescere, attraverso stage e seminari, il livello complessivo del movimento irlandese".
Di ritorno dall'Irlanda, Luigi Busà, due volte campione del mondo di karatè (nel 2006 a Tampere e nel 2012 a Parigi), prima di rientrare nella sua Avola, in Sicilia, ha fatto sosta a Milano Marittima per girare uno shooting fotografico al Pineta di Milano Marittima. Riposto, per un attimo, kimono e cintura, il campionissimo del kumite (bronzo agli ultimi Mondiali di Linz) si è sottoposto ad alcuni scatti nel prive della disco-luxury. 

Nel weekend dell'Epifania, Busà ha organizzato in Irlanda, a Dublino, uno stage "Father & Sons" con Nello Busà, suo maestro e, soprattutto, suo padre: "L'obiettivo spiega Busà - era proprio quello di far conoscere il valore del mio maestro, l'uomo che, con i suoi insegnamenti, mi ha portato sul tetto del mondo. Non avrei mai pensato che, insieme, un giorno, saremmo riusciti ad organizzare una cosa di questo livello". 

Già, ma perché proprio a Dublino? "Il karate è una disciplina emergente in Irlanda - spiega Busà - anche se i suoi atleti non occupano ancora i primi posti del ranking mondiale. Per questo, sempre più spesso, in questo spicchio di Gran Bretagna, vengono invitati i migliori karateki del pianeta, con l'obiettivo di far crescere, attraverso stage e seminari, il livello complessivo del movimento irlandese".