San Benedetto in Alpe

Scivola nel dirupo: trauma cranico e sospette fratture

Escursionista soccorso dal Soccorso Alpino è stato recuperato con un verricello con l’elisoccorso

| Altro
N. Commenti 0

15/maggio/2017 - h. 01.12

Super lavoro ieri per i tecnici della stazione Monte Falco del Soccorso Alpino che dopo l'intervento in mattinata a Bagno di Romagna sono intervenuti alle 15.30 a San Benedetto in Alpe per soccorrere un’altra persona in difficoltà in zona boschiva. 
L’intervento è stato richiesto per un uomo, che si trovava in escursione lungo il sentiero 409 insieme ad un gruppo, scivolato lungo un dirupo per circa 150 metri. L’escursionista, un 68enne di Montelupo Fiorentino, è stato raggiunto dalla squadra di terra e dal personale dell’elisoccorso. L’intervento, particolarmente complesso per la zona impervia e per il fitto bosco, è stato complicato dall’ulteriormente dalla difficoltà di individuare un punto in cui poter utilizzare il verricello. 
L’uomo, con un trauma cranico e sospette fratture, è stato quindi stabilizzato, trasportato tramite verricello o bordo dell’elicottero, quindi portato all’ospedale Bufalini di Cesena. Sul posto anche l’ambulanza. L’intervento, particolarmente impegnativo, ha richiesto circa 3 ore.
Super lavoro ieri per i tecnici della stazione Monte Falco del Soccorso Alpino che dopo l'intervento in mattinata a Bagno di Romagna sono intervenuti alle 15.30 anche a San Benedetto in Alpe per soccorrere un’altra persona in difficoltà in zona boschiva. 

L’intervento è stato richiesto per un uomo, che si trovava in escursione lungo il sentiero 409 insieme ad un gruppo, scivolato lungo un dirupo per circa 150 metri. L’escursionista, un 68enne di Montelupo Fiorentino, è stato raggiunto dalla squadra di terra e dal personale dell’elisoccorso. L’intervento, particolarmente complesso per la zona impervia e per il fitto bosco, è stato complicato dall’ulteriormente dalla difficoltà di individuare un punto in cui poter utilizzare il verricello. 

L’uomo, con un trauma cranico e sospette fratture, è stato quindi stabilizzato, trasportato tramite verricello o bordo dell’elicottero, quindi portato all’ospedale Bufalini di Cesena. Sul posto anche l’ambulanza. L’intervento, particolarmente impegnativo, ha richiesto circa 3 ore.