Rimini

Sovraffollati di extracomunitari in condizioni igieniche precarie (gallery)

Situati in via Goldoni e via Lugano due appartamenti con 19 stranieri, 12 bengalesi, 4 pakistani e 3 gambiani

| Altro
N. Commenti 0

19/maggio/2017 - h. 10.24

La stagione estiva è alle porte ma i servizi dell’Arma di Rimini finalizzati alla lotta contro l’abusivismo commerciale e il connesso fenomeno del sovraffollamento nelle abitazioni, sono già iniziati. Nuovi appartamenti controllati, grazie anche alle segnalazioni dei cittadini riminesi, ove extracomunitari di origine asiatica e del centro africa vivono ammassati alternandosi addirittura nel riposo. E’ scattato all’alba di ieri mattina un altro servizio straordinario di controllo del territorio da parte dei Carabinieri, con l’impiego di 8 militari e la preziosa collaborazione di due 2 ispettori dell’ A.U.S.L. Romagna. 
Il dispositivo, suddiviso in squadre, ha ispezionato 2 nuovi appartamenti situati in via Goldoni e via Lugano a Bellariva. In tutti gli appartamenti, di proprietà di riminesi, i militari hanno complessivamente identificato 19 cittadini stranieri, 12 bengalesi, 4 pakistani e 3 gambiani. Sono state contestate complessivamente 8 sanzioni amministrative per sovraffollamento. In tutti i casi, i cittadini extracomunitari dormono ammassati su letti a castello (addirittura 8 in una stanza di pochi metri quadri),  oppure su  materassi a terra allestiti come letti. In particolare in uno degli appartamenti, è stata rilevata una situazioni igienica – sanitaria, con evidenti infiltrazioni di acqua, muffa e presenza di insetti.
In uno degli appartamenti sono state riscontrate irregolarità dal punto di vista della locazione (affitto in nero) per i quali sono tutt’ora in corso accertamenti presso il locale l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate.   
Nei prossimi giorni, saranno inoltrate, alla competente autorità comunale, per il tramite del personale della locale AUSL, le relative  richieste di emissione di ordinanze, di cui una dirigenziale per il ripristino del numero legale dei  residenti e una sindacale contingibile e urgente per il ripristino del numero legale dei residenti nonché delle condizioni igienico – sanitarie precarie connesse
Nelle prossime settimane e per tutta l’estate i servizi è prevista la programmazione di ulteriori analoghi servizi. 
La stagione estiva è alle porte ma i servizi dell’Arma di Rimini finalizzati alla lotta contro l’abusivismo commerciale e il connesso fenomeno del sovraffollamento nelle abitazioni, sono già iniziati. Nuovi appartamenti controllati, grazie anche alle segnalazioni dei cittadini riminesi, ove extracomunitari di origine asiatica e del centro africa vivono ammassati alternandosi addirittura nel riposo. E’ scattato all’alba di ieri mattina un altro servizio straordinario di controllo del territorio da parte dei Carabinieri, con l’impiego di 8 militari e la preziosa collaborazione di due 2 ispettori dell’ A.U.S.L. Romagna. 

Il dispositivo, suddiviso in squadre, ha ispezionato 2 nuovi appartamenti situati in via Goldoni e via Lugano a Bellariva. In tutti gli appartamenti, di proprietà di riminesi, i militari hanno complessivamente identificato 19 cittadini stranieri, 12 bengalesi, 4 pakistani e 3 gambiani. Sono state contestate complessivamente 8 sanzioni amministrative per sovraffollamento. In tutti i casi, i cittadini extracomunitari dormono ammassati su letti a castello (addirittura 8 in una stanza di pochi metri quadri), oppure su  materassi a terra allestiti come letti. 

In particolare in uno degli appartamenti, è stata rilevata una situazioni igienica – sanitaria, con evidenti infiltrazioni di acqua, muffa e presenza di insetti.In uno degli appartamenti sono state riscontrate irregolarità dal punto di vista della locazione (affitto in nero) per i quali sono tutt’ora in corso accertamenti presso il locale l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate.   

Nei prossimi giorni, saranno inoltrate, alla competente autorità comunale, per il tramite del personale della locale AUSL, le relative  richieste di emissione di ordinanze, di cui una dirigenziale per il ripristino del numero legale dei  residenti e una sindacale contingibile e urgente per il ripristino del numero legale dei residenti nonché delle condizioni igienico – sanitarie precarie connesseNelle prossime settimane e per tutta l’estate i servizi è prevista la programmazione di ulteriori analoghi servizi.