Rimini

Ancora abitazioni sovraffollate in condizioni igieniche precarie

Due appartamenti a Miramare con 14 bengalesi ammassati su materassi a terra e in cucina

| Altro
N. Commenti 0

14/luglio/2017 - h. 15.39

Continuano a pieno regime i servizi dell’Arma di Rimini finalizzati alla lotta contro l’abusivismo commerciale e il connesso fenomeno del sovraffollamento nelle abitazioni. Due appartamenti controllati oggi, grazie alla preziosa collaborazione di numerosi cittadini riminesi, che segnalano abitazioni ove extracomunitari vivono ammassati e in condizioni igieniche precarie. E’ scattato all’alba di stamattina un altro mirato servizio straordinario di controllo del territorio da parte dei Carabinieri, con l’impiego di 10 militari e la preziosa collaborazione di due 2 ispettori dell’A.U.S.L. Romagna. 
Il dispositivo, suddiviso in squadre, ha ispezionato 2 nuovi appartamenti situati in Rimini, località Miramare. In entrambi gli appartamenti, di proprietà di italiani, i militari hanno complessivamente identificato 14 cittadini stranieri, tutti di origine bengalese, che dormivano, come consuetudine, ammassati su materassi a terra e in cucina, per sfruttare al massimo ogni spazio. Davvero precarie le condizioni igieniche con la diffusa presenza di blatte, in particolar modo in cucina. Sono state contestate, complessivamente 10 sanzioni amministrative per sovraffollamento.
Tutti i soggetti sono risultati in regola con i documenti di soggiorno, ad esclusione di uno, per il quale sono state avviate le relative procedure di espulsione dal territorio nazionale. 
Nei prossimi giorni, saranno inoltrate, alle competenti autorità comunali, per il tramite del personale della locale AUSL, n. 2 richieste di emissione di ordinanze sindacali contingibili e urgenti per il ripristino del numero legale dei residenti e delle condizioni igienico sanitarie.
Nelle prossime settimane e per tutta l’estate è prevista la programmazione di ulteriori analoghi servizi. 
Continuano a pieno regime i servizi dell’Arma di Rimini finalizzati alla lotta contro l’abusivismo commerciale e il connesso fenomeno del sovraffollamento nelle abitazioni. Due appartamenti controllati oggi, grazie alla preziosa collaborazione di numerosi cittadini riminesi, che segnalano abitazioni ove extracomunitari vivono ammassati e in condizioni igieniche precarie. 

E’ scattato all’alba di stamattina un altro mirato servizio straordinario di controllo del territorio da parte dei Carabinieri, con l’impiego di 10 militari e la preziosa collaborazione di due 2 ispettori dell’A.U.S.L. Romagna. Il dispositivo, suddiviso in squadre, ha ispezionato 2 nuovi appartamenti situati in Rimini, località Miramare. In entrambi gli appartamenti, di proprietà di italiani, i militari hanno complessivamente identificato 14 cittadini stranieri, tutti di origine bengalese, che dormivano, come consuetudine, ammassati su materassi a terra e in cucina, per sfruttare al massimo ogni spazio. 

Davvero precarie le condizioni igieniche con la diffusa presenza di blatte, in particolar modo in cucina. Sono state contestate, complessivamente 10 sanzioni amministrative per sovraffollamento.Tutti i soggetti sono risultati in regola con i documenti di soggiorno, ad esclusione di uno, per il quale sono state avviate le relative procedure di espulsione dal territorio nazionale. 

Nei prossimi giorni, saranno inoltrate, alle competenti autorità comunali, per il tramite del personale della locale AUSL, n. 2 richieste di emissione di ordinanze sindacali contingibili e urgenti per il ripristino del numero legale dei residenti e delle condizioni igienico sanitarie.Nelle prossime settimane e per tutta l’estate è prevista la programmazione di ulteriori analoghi servizi.