Mostre

Notte per la fotografia di Sifest26 (gallery)

15 mostre allestite nelle varie sedi del centro storico che resteranno aperte fino all’una del mattino

| Altro
N. Commenti 0

08/settembre/2017 - h. 18.54

Mostre aperte fino a tarda notte, visite guidate, letture serali dei portfolio, cinema in piazza, letture su musica e gran finale con la performance Lost in trasmission targata Cocoricò.
Il programma della Notte per la fotografia di SIFEST26 si protrae fino a tarda notte senza soluzione di continuità con il festival, per finire in bellezza sulle note del dj set di Paolo “Zlaia” Scarponi, Andrea Gowasabi e Marzia Fraternale.
La grande Notte di SIFEST26 inizia dalle 15 mostre allestite nelle varie sedi del centro storico cittadino che resteranno aperte fino all’una del mattino. Per gli appassionati del bianco e nero del fotografo Pier Paolo Zani si potrà assistere alla visita guidata alla mostra Terra e Uomini. Tra memoria e sentimento con Luigi Erba e Mario Beltrambini (ore 21, Vecchia Pescheria, corso Vendemini, 51) mentre in piazza Borghesi si svolgeranno le letture serali dei portfoli  (ore 21-22.30).
In contemporanea e nei diversi siti, le varie performance. Si parte in piazza Amati con lo spettacolo di danza aerea della compagnia Flywheel di Irene Guaraldi. In scena Irene Guaraldi, Sara Cusentino, Sonia Zapis e Sofia Montebelli (ore 21). Poco dopo in piazza Borghesi il Cinema in piazza proporrà  Un ritratto immaginario di Diane Arbus  di Steven Shainberg (ore 21.30)  mentre la piazzetta dell’Asilo ospiterà  We Reading con Gerry. Lettura su immagini per corpo, suono e voce sola, dalla sceneggiatura di Gus Van Sant con Sissj Bassani, Giacomo Garaffoni, Glauco Salvo (ore 21.30). 
Per gli amanti della musica l’appuntamento è sul fiume Rubicone (accesso da via Mura) con il collettivo À la plage che presenta il gruppo cesenate di indie rock Homini e la band post punk bolognese Qlowski (ore 21.30). La  Notte prosegue poi sul sagrato della chiesa del Suffragio con il dj set di Giuseppe Moratti in occasione dell’installazione multisensoriale Doloris Imago di Filippo Sorcinelli (dalle 22) e nella piazzetta dell’Asilo con Lost in Transmission, ricerca artistico-musicale realizzata nella discoteca Cocoricò di Riccione. Dj set di Paolo “Zlaia” Scarponi, Andrea Gowasabi, Marzia Fraternale (dalle 22) con proiezione di una selezione di fotografie ritraenti il progetto Lost in trasmission.
Mostre aperte fino a tarda notte, visite guidate, letture serali dei portfolio, cinema in piazza, letture su musica e gran finale con la performance Lost in trasmission targata Cocoricò.

Il programma della Notte per la fotografia di SIFEST26 si protrae fino a tarda notte senza soluzione di continuità con il festival, per finire in bellezza sulle note del dj set di Paolo “Zlaia” Scarponi, Andrea Gowasabi e Marzia Fraternale.

La grande Notte di SIFEST26 inizia dalle 15 mostre allestite nelle varie sedi del centro storico cittadino che resteranno aperte fino all’una del mattino. Per gli appassionati del bianco e nero del fotografo Pier Paolo Zani si potrà assistere alla visita guidata alla mostra Terra e Uomini. Tra memoria e sentimento con Luigi Erba e Mario Beltrambini (ore 21, Vecchia Pescheria, corso Vendemini, 51) mentre in piazza Borghesi si svolgeranno le letture serali dei portfoli  (ore 21-22.30).

In contemporanea e nei diversi siti, le varie performance. Si parte in piazza Amati con lo spettacolo di danza aerea della compagnia Flywheel di Irene Guaraldi. In scena Irene Guaraldi, Sara Cusentino, Sonia Zapis e Sofia Montebelli (ore 21). Poco dopo in piazza Borghesi il Cinema in piazza proporrà Un ritratto immaginario di Diane Arbus  di Steven Shainberg (ore 21.30)  mentre la piazzetta dell’Asilo ospiterà  We Reading con Gerry. Lettura su immagini per corpo, suono e voce sola, dalla sceneggiatura di Gus Van Sant con Sissj Bassani, Giacomo Garaffoni, Glauco Salvo (ore 21.30). 

Per gli amanti della musica l’appuntamento è sul fiume Rubicone (accesso da via Mura) con il collettivo À la plage che presenta il gruppo cesenate di indie rock Homini e la band post punk bolognese Qlowski (ore 21.30). La  Notte prosegue poi sul sagrato della chiesa del Suffragio con il dj set di Giuseppe Moratti in occasione dell’installazione multisensoriale Doloris Imago di Filippo Sorcinelli (dalle 22) e nella piazzetta dell’Asilo con Lost in Transmission, ricerca artistico-musicale realizzata nella discoteca Cocoricò di Riccione. Dj set di Paolo “Zlaia” Scarponi, Andrea Gowasabi, Marzia Fraternale (dalle 22) con proiezione di una selezione di fotografie ritraenti il progetto Lost in trasmission.