Poesia

'Gli uomini sono strade'

Il Cantiere Poetico dedicato a Nino Pedretti, un poeta per necessità in un tempo di poeti per convenienza

| Altro
N. Commenti 0

15/settembre/2017 - h. 14.44

Il Cantiere poetico per Santarcangelo – a cura di Fabio Biondi e Stefano Bisulli – è affiancato anche quest’anno da (In)Verso: il piccolo festival di parole, musica e libri a cura di Massimo Roccaforte. 
Fino a domenica in Piazza Ganganelli sarà animata dalla Mostra mercato dell’editoria indipendente, una ricca selezione di editori che presenteranno le loro pubblicazioni più recenti insieme a un articolato programma di incontri con autori, concerti e letture. Saranno presenti, tra gli altri, gli editori Aiep, Arcana, L’Arboreto, Atlantide, Black Coffee, Castelvecchi, Clichy, Carta Bianca, Fernandel, Interno4 Edizioni, Macro, Maggioli, PaginaUno, Raffaelli.
Alle ore 16 Edizioni PaginaUno presenta Le indomabili. Storie di donne rivoluzionarie di Davide Staccanella. Interviene l’autore, intervistato da Sabrina Campolongo. 
Alle ore 17 Simone Caltabellota racconta invece la sua esperienza editoriale con la casa editrice Fazi, un’etichetta discografica e la neonata Atlantide Edizioni nell’incontro Verso la casa dell’editoria. Il mestiere dell’editore. 
Alle ore 18 in Piazza Ganganelli la rassegna prosegue con L’hip hop dalla strada alla scuola: il giornalista Pierfrancesco Pacoda intervista il rapper italiano Militant A (Assalti Frontali), uno dei primi rapper italiani, sempre in prima linea tra i più impegnati politicamente. Insieme ripercorreranno la storia dell’hip hop, dalla sua nascita come linguaggio di strada a metodo di socializzazione ed emancipazione per i giovani di tutti i quartieri, di tutte le nazioni, in tutte le lingue del mondo. Oltre al nuovo disco di Assalti Frontali, Militant A sta percorrendo l’Italia presentando la nuova edizione del suo libro Soli contro tutto (Goodfellas Edizioni), dedicato all’esperienza di integrazione multiculturale nella scuola Iqbal Masih di Roma. Con lui sul palco di (In)Verso ci sarà un ospite d’eccezione: Amir Issaa, il rapper italo-egiziano che ha appena pubblicato la sua autobiografia Vivo per questo (Chiarelettere). 
Per il Cantiere poetico alle 19.30 va in scena l’ultima serata di Sulle tracce di Nino, le mie origini: nella splendida cornice della Grotta Teodorani, la giovane poetessa Annalisa Teodorani racconta il suo incontro con la poesia di Nino Pedretti. La lettura ha una durata di 30 minuti: i posti sono limitati quindi la prenotazione è obbligatoria (333.3474242). 
Alle ore 21.30 dalla casa di Nino Pedretti fino a Piazza Ganganelli si svolgerà l’azione di massa esito del laboratorio per ragazzi della non-scuola/Teatro delle Albe. Canti, musiche e parole tratti da Teatro Minimo di Nino Pedretti prenderanno vita anche grazie alla partecipazione della Big Band della scuola comunale di musica G. Faini di Santarcangelo. 
Conclude la serata, alle ore 23 ancora in Piazza Ganganelli, il concerto del rapper Murubutu, che con l’aiuto dei soci de La Kattiveria crew (il tenente, U.G.O., Yanez Muraca e Dj Caster) proporrà una miscela unica di hip hop classico con poesia, narrativa e letteratura potenziale. 
Segnaliamo le azioni di poesia urbana costruite a partire dalle opere di Nino Pedretti da parte dei ragazzi che partecipano al laboratorio Il fuoco del Teatro Patalò. Nel corso della giornata si svolgeranno quattro incursioni: alle ore 18.00 con partenza da Piazza Monache, alle ore 18.30 dalla chiesa Collegiata, alle 19.30 da Parco Francolini e alle 21 dal Supercinema alla casa di Nino Pedretti. 
Segnaliamo inoltre l’uscita del #TGpoetico e del bollettino cartaceo O giovani di AUGH! Giovane redazione poetica, risultato del laboratorio a cura dell’associazione Chiocciola la casa del nomade, rivolto a bambini e ragazzi dagli 8 ai 12 anni. 
Ricordiamo infine la partecipazione di ERON, che già da tre anni accompagna i lavori del Cantiere. All’interno della ex Biblioteca comunale sono visibili a rotazione continua fino al 17 settembre (ore 20-23) i filmati che documentano l’artista al lavoro durante la creazione di molte opere realizzate in varie parti del mondo.
Visitabile invece fino al 30 settembre negli orari di apertura della Biblioteca Baldini la mostra di disegni del graphic journalist ravennate Gianluca Costantini, tratta dal suo ultimo libro Le cicatrici tra i miei denti, antologia e ritratti di poesia in lotta (NdA Press 2017).
In caso di maltempo, la Mostra mercato dell’editoria indipendente si sposterà sotto il porticato del municipio, mentre la performance della non-scuola/Teatro delle Albe e il concerto di Murubutu si svolgeranno al Teatro Il Lavatoio. Tutti gli altri incontri del piccolo festival (In)Verso saranno ospitati invece dalla biblioteca Baldini.
La terza edizione del Cantiere poetico per Santarcangelo, dedicata a Nino Pedretti, è parte di un progetto innovativo avviato nel 2015 dall’Amministrazione comunale per riflettere sulla cultura della poesia che da molti decenni caratterizza la vita artistica e quotidiana della città. Con la produzione di nuove opere contemporanee, il Cantiere poetico per Santarcangelo mira ad approfondire e rinnovare nel tempo le relazioni fra la comunità e la sua identità poetica.
Il Cantiere poetico si propone quindi di immaginare collettivamente visioni di una nuova cultura popolare di ricerca, per il futuro e per le nuove generazioni, con l’intento dichiarato di tradurre il valore culturale del movimento letterario del “Circolo del giudizio” per raccontarlo – soprattutto ai giovani – attraverso un linguaggio più attuale, come quello della musica rap, della street art, dei social network, delle arti sceniche contemporanee. 
Con Nino Pedretti si chiude un ciclo progettuale di tre anni: dopo la dedica a Raffaello Baldini (2015) e a Giuliana Rocchi (2016), quest’anno il Cantiere poetico rende un doveroso tributo al più intellettuale dei poeti del Circolo.
Il Cantiere poetico per Santarcangelo – a cura di Fabio Biondi e Stefano Bisulli – è affiancato anche quest’anno da (In)Verso: il piccolo festival di parole, musica e libri a cura di Massimo Roccaforte. 

Fino a domenica in Piazza Ganganelli sarà animata dalla Mostra mercato dell’editoria indipendente, una ricca selezione di editori che presenteranno le loro pubblicazioni più recenti insieme a un articolato programma di incontri con autori, concerti e letture. Saranno presenti, tra gli altri, gli editori Aiep, Arcana, L’Arboreto, Atlantide, Black Coffee, Castelvecchi, Clichy, Carta Bianca, Fernandel, Interno4 Edizioni, Macro, Maggioli, PaginaUno, Raffaelli.

Alle ore 16 Edizioni PaginaUno presenta Le indomabili. Storie di donne rivoluzionarie di Davide Staccanella. Interviene l’autore, intervistato da Sabrina Campolongo. 
Alle ore 17 Simone Caltabellota racconta invece la sua esperienza editoriale con la casa editrice Fazi, un’etichetta discografica e la neonata Atlantide Edizioni nell’incontro Verso la casa dell’editoria. Il mestiere dell’editore. 

Alle ore 18 in Piazza Ganganelli la rassegna prosegue con L’hip hop dalla strada alla scuola: il giornalista Pierfrancesco Pacoda intervista il rapper italiano Militant A (Assalti Frontali), uno dei primi rapper italiani, sempre in prima linea tra i più impegnati politicamente. Insieme ripercorreranno la storia dell’hip hop, dalla sua nascita come linguaggio di strada a metodo di socializzazione ed emancipazione per i giovani di tutti i quartieri, di tutte le nazioni, in tutte le lingue del mondo. Oltre al nuovo disco di Assalti Frontali, Militant A sta percorrendo l’Italia presentando la nuova edizione del suo libro Soli contro tutto (Goodfellas Edizioni), dedicato all’esperienza di integrazione multiculturale nella scuola Iqbal Masih di Roma. Con lui sul palco di (In)Verso ci sarà un ospite d’eccezione: Amir Issaa, il rapper italo-egiziano che ha appena pubblicato la sua autobiografia Vivo per questo (Chiarelettere). 

Per il Cantiere poetico alle 19.30 va in scena l’ultima serata di Sulle tracce di Nino, le mie origini: nella splendida cornice della Grotta Teodorani, la giovane poetessa Annalisa Teodorani racconta il suo incontro con la poesia di Nino Pedretti. La lettura ha una durata di 30 minuti: i posti sono limitati quindi la prenotazione è obbligatoria (333.3474242). 

Alle ore 21.30 dalla casa di Nino Pedretti fino a Piazza Ganganelli si svolgerà l’azione di massa esito del laboratorio per ragazzi della non-scuola/Teatro delle Albe. Canti, musiche e parole tratti da Teatro Minimo di Nino Pedretti prenderanno vita anche grazie alla partecipazione della Big Band della scuola comunale di musica G. Faini di Santarcangelo. 

Conclude la serata, alle ore 23 ancora in Piazza Ganganelli, il concerto del rapper Murubutu, che con l’aiuto dei soci de La Kattiveria crew (il tenente, U.G.O., Yanez Muraca e Dj Caster) proporrà una miscela unica di hip hop classico con poesia, narrativa e letteratura potenziale. 

Segnaliamo le azioni di poesia urbana costruite a partire dalle opere di Nino Pedretti da parte dei ragazzi che partecipano al laboratorio Il fuoco del Teatro Patalò. Nel corso della giornata si svolgeranno quattro incursioni: alle ore 18.00 con partenza da Piazza Monache, alle ore 18.30 dalla chiesa Collegiata, alle 19.30 da Parco Francolini e alle 21 dal Supercinema alla casa di Nino Pedretti. 

Segnaliamo inoltre l’uscita del #TGpoetico e del bollettino cartaceo O giovani di AUGH! Giovane redazione poetica, risultato del laboratorio a cura dell’associazione Chiocciola la casa del nomade, rivolto a bambini e ragazzi dagli 8 ai 12 anni. 

Ricordiamo infine la partecipazione di ERON, che già da tre anni accompagna i lavori del Cantiere. All’interno della ex Biblioteca comunale sono visibili a rotazione continua fino al 17 settembre (ore 20-23) i filmati che documentano l’artista al lavoro durante la creazione di molte opere realizzate in varie parti del mondo.
Visitabile invece fino al 30 settembre negli orari di apertura della Biblioteca Baldini la mostra di disegni del graphic journalist ravennate Gianluca Costantini, tratta dal suo ultimo libro Le cicatrici tra i miei denti, antologia e ritratti di poesia in lotta (NdA Press 2017).

In caso di maltempo, la Mostra mercato dell’editoria indipendente si sposterà sotto il porticato del municipio, mentre la performance della non-scuola/Teatro delle Albe e il concerto di Murubutu si svolgeranno al Teatro Il Lavatoio. Tutti gli altri incontri del piccolo festival (In)Verso saranno ospitati invece dalla biblioteca Baldini.

La terza edizione del Cantiere poetico per Santarcangelo, dedicata a Nino Pedretti, è parte di un progetto innovativo avviato nel 2015 dall’Amministrazione comunale per riflettere sulla cultura della poesia che da molti decenni caratterizza la vita artistica e quotidiana della città. Con la produzione di nuove opere contemporanee, il Cantiere poetico per Santarcangelo mira ad approfondire e rinnovare nel tempo le relazioni fra la comunità e la sua identità poetica.

Il Cantiere poetico si propone quindi di immaginare collettivamente visioni di una nuova cultura popolare di ricerca, per il futuro e per le nuove generazioni, con l’intento dichiarato di tradurre il valore culturale del movimento letterario del “Circolo del giudizio” per raccontarlo – soprattutto ai giovani – attraverso un linguaggio più attuale, come quello della musica rap, della street art, dei social network, delle arti sceniche contemporanee. 

Con Nino Pedretti si chiude un ciclo progettuale di tre anni: dopo la dedica a Raffaello Baldini (2015) e a Giuliana Rocchi (2016), quest’anno il Cantiere poetico rende un doveroso tributo al più intellettuale dei poeti del Circolo.