Triathlon

Tutto è pronto per l’Ironman di Cervia

Arriva a Cervia la tappa italiana del marchio sportivo più diffuso per numero di partecipanti

| Altro
N. Commenti 0

20/settembre/2017 - h. 12.36

 

Tutto è pronto. 2500 iscritti. Con il 70% dei partecipanti che arriva dall'estero e solo il 30% dall'Italia. Sono i numeri del primo Ironman che si svolgerà sabato 23 settembre, a Cervia. Si tratta della più dura di tutte: i 3,8 km di nuoto, 180 km di bici e 42 di corsa e raggiungere il traguardo entro il tempo massimo di 16 ore. L'attesa cresce per un evento che passerà alla storia degli annali della triplice italiana.
I primi a partire subito dopo lo start saranno più di 70 atleti professionisti: 50 uomini e 20 donne provenienti da tutto il mondo si affronteranno per guadagnare la qualificazione all'edizione 2018 della World Championship che si svolgerà a Kona, Hawaii. La rosa di atleti professionisti è ampia e davvero interessante, da coloro che hanno fatto la storia del triathlon internazionale come Timo Bracht ai giovani atleti italiani e stranieri ancora agli esordi della loro carriera nelle competizioni di lunga distanza. 
Insieme a Timo ci saranno atleti del calibro di Andrea Dreitz, 28 anni dalla Germania con una carriera tutta in ascesa e di ritorno dall'Ironman 70.3 World Championship di Chattanooga. Nella finale di media distanza ha ottenuto un ottimo piazzamento nella rosa dei primi dieci, confrontandosi con atleti del calibro di Javier Gomez, argento olimpico, e Sebastian Kienle, campione del mondo Ironman sulla lunga distanza.
Gli atleti italiani pronti. C'è Domenico Passuello che ricomincia a gareggiare dopo un periodo davvero difficile ma dopo una vittoria entusiasmante all'Ironman 70.3 Quijin lo scorso agosto. Ci saranno campioni come Ivan Risti, Alberto Casadei e Sebastian Pedraza. Non poteva mancare nemmeno Alessandro Degasperi, che probabilmente farà la frazione swim e quella di bike. 
Anche sul fronte femminile la rosa di atlete è degna di nota. Lucy Gossage, atleta inglese vincitrice per quattro volte dell'Ironman Uk e finalista nel 2016 dell'Ironman World Championship, ha tagliato il traguardo all'Ironman Wales del 10 settembre. Dovrà confrontarsi con atlete del calibro di Camilla Lindholm Borg e Tine Deckers che hanno già gareggiato in terra italiana, conquistando rispettivamente il secondo e il terzo posto all'Ironman 70.3 Italy di Pescara 2017. Saranno presenti anche la bellissima e fortissima Jennifer Fletcher, Martina Kunz e Bianca Stuerer. Tra le azzurre sarà l'inossidabile campionessa Martina Dogana, che ha preparato a lungo questo appuntamento, e poi Marta Bernardi, campionessa italiana assoluta di triathlon medio. 
Il percorso di 3,8 km della prima frazione di nuoto inizia dall'ampia e centrale spiaggia di Cervia con un unico giro e un'uscita all'australiana sulla spiaggia dopo i primi 2,5 Km. La seconda frazione di bici si sviluppa tra le colline romagnole, le strade della Nove Colli. Si sviluppa per due giri di complessivamente 180 km, inizia sul lungomare di Cervia. Raggiunge e attraversa il Parco Naturale delle Saline di Cervia. E si prosegue quindi verso le località di Forlimpopoli, Meldola, Fratta Terme e Bertinoro. Superata la collina di Bertinoro, si scenderà nuovamente verso Cervia.
Gli ultimi 42 km di corsa si snoderanno per 4 giri da 10 km sul lungomare; il percorso completamente pianeggiante. Dopo aver raggiunto il porto canale, in direzione Nord, si correrà in un tratto all'interno della pineta di “Cervia-Milano Marittima”. Usciti dalla pineta si entra a Milano Marittima. Infine si entrerà a Cervia per tornare infine sul lungomare e raggiungere il traguardo. 
Tutto è pronto. 2500 iscritti. Con il 70% dei partecipanti che arriva dall'estero e solo il 30% dall'Italia. Sono i numeri del primo Ironman che si svolgerà sabato 23 settembre, a Cervia. Si tratta della più dura di tutte: i 3,8 km di nuoto, 180 km di bici e 42 di corsa e raggiungere il traguardo entro il tempo massimo di 16 ore. L'attesa cresce per un evento che passerà alla storia degli annali della triplice italiana.

 

I primi a partire subito dopo lo start saranno più di 70 atleti professionisti: 50 uomini e 20 donne provenienti da tutto il mondo si affronteranno per guadagnare la qualificazione all'edizione 2018 della World Championship che si svolgerà a Kona, Hawaii. La rosa di atleti professionisti è ampia e davvero interessante, da coloro che hanno fatto la storia del triathlon internazionale come Timo Bracht ai giovani atleti italiani e stranieri ancora agli esordi della loro carriera nelle competizioni di lunga distanza. 

Ci saranno atleti del calibro di Andrea Dreitz, 28 anni dalla Germania con una carriera tutta in ascesa e di ritorno dall'Ironman 70.3 World Championship di Chattanooga. Nella finale di media distanza ha ottenuto un ottimo piazzamento nella rosa dei primi dieci, confrontandosi con atleti del calibro di Javier Gomez, argento olimpico, e Sebastian Kienle, campione del mondo Ironman sulla lunga distanza.

Gli atleti italiani pronti. C'è Domenico Passuello che ricomincia a gareggiare dopo un periodo davvero difficile ma dopo una vittoria entusiasmante all'Ironman 70.3 Quijin lo scorso agosto. Ci saranno campioni come Ivan Risti, Alberto Casadei, Sebastian Pedraza e Alessandro Degasperi.

Anche sul fronte femminile la rosa di atlete è degna di nota. Lucy Gossage, atleta inglese vincitrice per quattro volte dell'Ironman Uk e finalista nel 2016 dell'Ironman World Championship, ha tagliato il traguardo all'Ironman Wales del 10 settembre. Dovrà confrontarsi con atlete del calibro di Camilla Lindholm Borg e Tine Deckers che hanno già gareggiato in terra italiana. Saranno presenti anche la bellissima e fortissima Jennifer Fletcher, Martina Kunz e Bianca Stuerer. Tra la campionessa Martina Dogana e Marta Bernardi, campionessa italiana assoluta di triathlon medio. 

Il percorso di 3,8 km della prima frazione di nuoto inizia dall'ampia e centrale spiaggia di Cervia con un unico giro e un'uscita all'australiana sulla spiaggia dopo i primi 2,5 Km. La seconda frazione di bici si sviluppa tra le colline romagnole, le strade della Nove Colli. Si sviluppa per due giri di complessivamente 180 km, inizia sul lungomare di Cervia. Raggiunge e attraversa il Parco Naturale delle Saline di Cervia. E si prosegue quindi verso le località di Forlimpopoli, Meldola, Fratta Terme e Bertinoro. Superata la collina di Bertinoro, si scenderà nuovamente verso Cervia.

Gli ultimi 42 km di corsa si snoderanno per 4 giri da 10 km sul lungomare; il percorso completamente pianeggiante. Dopo aver raggiunto il porto canale, in direzione Nord, si correrà in un tratto all'interno della pineta di Cervia-Milano Marittima. Usciti dalla pineta si entra a Milano Marittima. Infine si entrerà a Cervia per tornare infine sul lungomare e raggiungere il traguardo.