Faenza

Ondata gialla per "Walk & Run 4 Health" (gallery)

L’evento, organizzato dall’Istituto Oncologico Romagnolo in collaborazione con il Running & Trail Team Saucony Leopodistica

| Altro
N. Commenti 0

10/ottobre/2017 - h. 13.22

Sabato 7 ottobre un’autentica onda gialla ha invaso Faenza: sono stati infatti circa 220 le persone che si sono date appuntamento in Piazza del Popolo per la seconda edizione della “Walk&Run for Health”. L’evento è partito dalle ore 16 con gli esercizi di giusta tecnica e riscaldamento di approccio alla corsa, e si è concluso col bio-buffet finale intorno alle ore 19. L’evento, organizzato dall’Istituto Oncologico Romagnolo in collaborazione con il Running & Trail Team Saucony Leopodistica, si inscriveva nell’ambito del progetto “La Salute in Movimento”, campagna di sensibilizzazione che si prefigge l’obiettivo di informare su di una maggiore consapevolezza dell’importanza dell’attività sportiva nella lotta contro il cancro.
Nel corso del pomeriggio lo IOR ha invitato i presenti a prendere parte ad una camminata ludico motoria su di una lunghezza di 5 km che si snodava lungo le vie del centro di Faenza; i più allenati potevano invece optare per un percorso di podistica non competitiva leggermente più lungo, di circa 8 km. Duecentoventi persone hanno risposto entusiastiche all’appello colorando le strade della provincia romagnola del giallo delle magliette create appositamente per l’evento, disponibili come gadget all’interno del pacco gara. Il ricavato, di circa 2.250 euro, verrà interamente utilizzato dallo IOR a favore del progetto di assistenza domiciliare gratuita riservato ai pazienti di Faenza in difficoltà e alle loro famiglie: un servizio da consolidare ma partito sul territorio già nei mesi scorsi grazie all’aiuto di un’operatrice socio-sanitaria ad esso dedicata.
La seconda edizione della “Walk&Run for Health” si è dunque rivelata un grande successo, che ha nettamente superato i numeri dell’evento del 2016: all’epoca erano infatti stati circa 150 i partecipanti, per un incasso di circa 1.500 euro. Per questo motivo l’Istituto Oncologico Romagnolo ha desiderato ringraziare, poco prima della partenza, il Running & Trail Team Saucony Leopodistica per il fondamentale contributo, nonché lo sponsor Superstore CONAD La Filanda che ha reso possibile l’iniziativa e che ha offerto il buffet a base di prodotti biologici offerto a tutti i partecipanti al termine della corsa. Presenti anche le istituzioni del territorio, nella persona dell’Assessore Claudia Zivieri, e vari rappresentanti dell’Unità Operativa di Oncologia dell’Ospedale di Faenza, per quella che è stata una grande festa priva di qualsiasi intento competitivo: tutti i partecipanti sono stati considerati vincitori di quella che è la più grande sfida, quella della solidarietà e della lotta contro il cancro. 
Criminalità, Rimini al secondo posto per numero di reati denunciati
Da un lato, nella classifica sull’attività delittuosa del 2016, spicca Milano, dove si registra la maggior incidenza di reati ogni 100mila abitanti (7.375 illeciti all’anno, che corrispondono a circa 650 al giorno), seguita subito dopo da Rimini (7.203). Dall’altro lato ci sono Oristano, Pordenone, Rieti, Enna e Sondrio, tutti sotto le 2.300 denunce all’anno ogni 100mila residenti. La media nazionale, invece, si piazza a quota 4.105. Seppur in calo, rispetto al 2015 quando Rimini era arrivata al primo posto, secondo il quotidiano economico IlSole24Ore nella città romagnola si consumano oltre 7mila reati ogni 100mila abitanti, 2,8 reati ogni ora. Entrando nello specifico, la nostra provincia si è classificata al primo posto per furti totali (4.829,8), al terzo posto per quelli negli esercizi commerciali (323,6), al nono posto per quanto riguarda le estorsioni (25,8), al quinto posto per le rapine (88,5), al nono posto per gli scippi (43,1) e al primo posto per i borseggi (1.062,7). “
Sabato 7 ottobre un’autentica onda gialla ha invaso Faenza: sono stati infatti circa 220 le persone che si sono date appuntamento in Piazza del Popolo per la seconda edizione della “Walk&Run for Health”. L’evento è partito dalle ore 16 con gli esercizi di giusta tecnica e riscaldamento di approccio alla corsa, e si è concluso col bio-buffet finale intorno alle ore 19. L’evento, organizzato dall’Istituto Oncologico Romagnolo in collaborazione con il Running & Trail Team Saucony Leopodistica, si inscriveva nell’ambito del progetto “La Salute in Movimento”, campagna di sensibilizzazione che si prefigge l’obiettivo di informare su di una maggiore consapevolezza dell’importanza dell’attività sportiva nella lotta contro il cancro.

Nel corso del pomeriggio lo IOR ha invitato i presenti a prendere parte ad una camminata ludico motoria su di una lunghezza di 5 km che si snodava lungo le vie del centro di Faenza; i più allenati potevano invece optare per un percorso di podistica non competitiva leggermente più lungo, di circa 8 km. Duecentoventi persone hanno risposto entusiastiche all’appello colorando le strade della provincia romagnola del giallo delle magliette create appositamente per l’evento, disponibili come gadget all’interno del pacco gara. Il ricavato, di circa 2.250 euro, verrà interamente utilizzato dallo IOR a favore del progetto di assistenza domiciliare gratuita riservato ai pazienti di Faenza in difficoltà e alle loro famiglie: un servizio da consolidare ma partito sul territorio già nei mesi scorsi grazie all’aiuto di un’operatrice socio-sanitaria ad esso dedicata.

La seconda edizione della “Walk&Run for Health” si è dunque rivelata un grande successo, che ha nettamente superato i numeri dell’evento del 2016: all’epoca erano infatti stati circa 150 i partecipanti, per un incasso di circa 1.500 euro. Per questo motivo l’Istituto Oncologico Romagnolo ha desiderato ringraziare, poco prima della partenza, il Running & Trail Team Saucony Leopodistica per il fondamentale contributo, nonché lo sponsor Superstore CONAD La Filanda che ha reso possibile l’iniziativa e che ha offerto il buffet a base di prodotti biologici offerto a tutti i partecipanti al termine della corsa. Presenti anche le istituzioni del territorio, nella persona dell’Assessore Claudia Zivieri, e vari rappresentanti dell’Unità Operativa di Oncologia dell’Ospedale di Faenza, per quella che è stata una grande festa priva di qualsiasi intento competitivo: tutti i partecipanti sono stati considerati vincitori di quella che è la più grande sfida, quella della solidarietà e della lotta contro il cancro.