Cesenatico

Inaugurato il nuovo Centro Universitario di Produzioni Ittiche

Nata dalla riqualificazione di un vecchio magazzino del pesce in disuso, la struttura didattico-scientifica è dotata di tre aule, un laboratorio didattico attrezzato per attività esercitazionali, biblioteca e aula studio in grado di ospitare più di 200 studenti

| Altro
N. Commenti 0

19/ottobre/2018 - h. 17.16

È stato inaugurato oggi a Cesenatico il Centro Universitario di Produzioni Ittiche del Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell’Università di Bologna (Via Magrini, 31 - Cesenatico FC), alla presenza del Rettore Francesco Ubertini, dell’Assessore Regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca Simona Caselli e del Sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli oltre ad altre autorità locali.

Il Centro, dedicato al professor Massimo Trentini, primo coordinatore del corso di laurea in Acquacoltura e ittiopatologia prematuramente scomparso nel 2011, si trova nell’area portuale di Cesenatico e nasce grazie alla ristrutturazione di un vecchio magazzino del pesce in disuso. Oltre al contributo dell’Ateneo, la realizzazione del nuovo Centro si è resa possibile grazie al supporto del Comune di Cesenatico, alla Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena e ad un donatore privato.
Il Centro, dalla superficie complessiva di 1.500 metri quadrati, è una struttura didattico-scientifica dotata di tre aule, un laboratorio didattico attrezzato per attività esercitazionali,biblioteca e aula studio in grado di ospitare più di 200 studenti. Gli spazi a disposizione permetteranno di potenziare le attività didattiche e di formazione legate al settore dell’acquacoltura precedentemente svolte presso la sede di Via Doria. 

Attualmente sono presenti una laurea triennale in Acquacoltura e Igiene delle Produzione Ittiche, attiva da vent’anni, un Master di I livello in Acquacoltura e Ittiopatologia, oltre a corsi di formazione per operatori del settore provenienti da altri paesi del Mediterraneo commissionati dal Ministero delle Affari Esteri e Cooperazione Internazionale o la Fao. Per il prossimo anno, invece, è previsto al piano terra del Centro l’inizio dei lavori per l’allestimento dell’area sperimentale dotata di vasche per la stabulazione e studio degli animali acquatici che occuperà una superficie complessiva di 800 metri quadrati e che permetterà di sviluppare ulteriormente le attività di ricerca già in corso a Cesenatico sull’allevamento, alimentazione, riproduzione e salute dei pesci allevati.
L’apertura del Centro Universitario rappresenta un consolidamento e potenziamento delle attività didattiche e di ricerca del Dipartimento e dell’Ateneo nell’ambito dell’acquacoltura, un settore in forte crescita, riconosciuto come strumento strategico per lo sviluppo agro-alimentare europeo.