economia

Domani farmacie chiuse. Sciopero

Federfarma ha confermato la protesta contro la manovra di spending review disposta dal governo. Non aderiscono le farmacie comunali

Domani farmacie chiuse. Sciopero
| Altro
N. Commenti 0

25/luglio/2012 - h. 15.56

ROMA - Federfarma ha confermato la protesta annunciata lo scorso 10 luglio contro la manovra di spending review disposta dal governo che, secondo l'associazione di categoria, penalizzerá notevolmente il settore farmaceutico. Ancora però non si ha un quadro completo delle adesioni, ma la possibilità che la chiusura sia seguita anche in Romagna è alta. Finora hanno già aderito diverse associazioni regionali (tra cui Marche, Lazio, Campania e Lombardia) e provinciali, tra cui Genvoa, Treviso, Empoli e Napoli. Manifestazioni sono previste anche a Bologna e Brindisi.

Sulle ragioni dello sciopero Federfarma ha affermato che a livello nazionale sono a rischio circa 20 mila posti di lavoro: nella sola regione Marche si parla di 500 esuberi. Una farmacia su quattro potrebbe essere a rischio chiusura. Contro lo sciopero la Codacons ha minacciato denunce “in caso di violazione dell'accordo nazionale del 26 gennaio 2004 e delle deliberazioni che regolamentano l'esercizio del diritto di sciopero nel settore della distribuzione farmaceutica”. Ha invece preso le distanze dallo sciopero l'organizzazione delle farmacie comunali.