Arte e vino, questione d'etichetta

Tre studenti dell'Accademia in lizza per realizzare l'immagine della bottiglia di Umberto Cesari.

Arte e vino, questione d'etichetta
| Altro
N. Commenti 0

11/marzo/2011 - h. 09.28

RAVENNA - Sono state presentate le cinque opere finaliste della prima edizione del concorso “MOMA - MyOwnMatserPiece”, ideato dall’azienda vinicola Umberto Cesari e promosso in collaborazione con Design Center Bologna, Accademia di Belle Arti di Bologna e Accademia di Belle Arti di Ravenna. Dei cinque artisti, selezionati dalla giuria del premio tra gli otre trenta studenti delle Accademie di Bologna e Ravenna che hanno aderito all’iniziativa, tre sono ravennati. Si tratta di Elena Valentini con “Paper glass”, Roberta Leonetti con “Nettare divino” e Sergio Policicchio con “La più piccola distanza”.

La giuria è composta da Gianmaria Cesari, amministratore delegato della Umberto Cesari, Carlo Branzaglia, docente dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, Graziano Spinosi, docente dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna, Gianfranco Maraniello, direttore Mambo e Silvia Evangelisti, direttore artistico Artefiera. Soddisfatti gli organizzatori per la partecipazione e l’interessamento dimostrato dagli studenti e per l’elevata qualità delle opere. In particolare, Adriano Baccilieri, direttore dell’Accademia di Bologna, ha manifestato il proprio desiderio di istituire una “Galleria dell’Accademia”, capace di dare spazio e visibilità al talento dei propri allievi; Donatella Mazza, dirigente Politiche per l’Università e Formazione Superiore del Comune di Ravenna, si è soffermata in particolare sull’importanza di una sensibilità come quella dimostrata dall’azienda Umberto Cesari nei confronti di alunni e docenti dell’Accademia nell’istituire un concorso teso a valorizzare i giovani talenti.

Da ieri sono aperte le votazioni online sul sito dell’Umberto Cesari (www.umbertocesari.it), e il pubblico potrà esprimere la propria preferenza decretando così il vincitore del concorso. Chi esprimerà il proprio voto potrà partecipare all’estrazione di un viaggio premio in una città d’arte europea e inoltre darà la possibilità all’autore di vincere una borsa di studio. Per votare c’è tempo fino al 6 aprile prossimo. L’opera che risulterà vincitrice andrà a sostituire la storica etichetta Le Bagnanti di Morandi sulle bottiglie di Moma, vino che l’azienda ha dedicato ai giovani e all’arte.