forli

Imprenditore cinese trovato impiccato nel suo poltronificio

Allarme ieri mattina in via Meucci per il rinvenimento del corpo in azienda. Fra i motivi del suicidio quello della crisi che attanaglia il settore dell'imbottito

Fotorepertorio
| Altro
N. Commenti 0

01/marzo/2013 - h. 10.10

FORLI' - Imprenditore cinese trovato morto, impiccato, all’interno del suo poltronificio. L’allarme è scattato ieri mattina da via Meucci dove c’è un’azienda del settore dell’imbottito portata avanti da alcuni cinesi. Uno di questi si è tolto la vita. 

Ieri mattina i carabinieri della stazione del Ronco sono stati chiamati nella zona industriale di Forlì e hanno svolto indagini e fatto accertamenti. Sul posto è arrivata inutilmente anche un’ambulanza. Alla fine hanno concluso che si è trattato di un gesto volontario. E’ stato un connazionale a dare l’allarme. Il cinese, 40enne, era morto da poco tempo. Difficile anche capire i motivi del gesto, che subito si sono diretti al discorso crisi. Non si sa per ora cosa abbia spinto l’orientale a togliersi la vita. 

L’ipotesi tenuta più in considerazione è quella del lavoro in forte crisi economica. La recessione infatti sta demolendo il settore più di altri. Singolare il fatto che proprio a Forlì c’è chi, come un imprenditore italiano, alcuni anni fa, ha cercato di uccidere moglie e figlia in un momento di pazzia per lo sconforto della crisi generata dall’arrivo cinesi nel settore imbottito. Episodio questo che fece partire l’inchiesta Divanopoli. Si tratta del primo caso di un suicidio di un cittadino cinese avvenuto a Forlì.