Salvetti ritorna all'ovile

Il centrocampista ex Cesena, nato a Meldola, e attualmente senza squadra si sta allenando con il Forlì da ieri pomeriggio. Sarà il preludio di un suo ritorno in biancorosso?

Salvetti ritorna all'ovile
| Altro
N. Commenti 0

30/settembre/2010 - h. 10.57

FORLI’ - Guarda un pò chi si rivede... Dopo 19 anni fra i professionisti Emiliano Salvetti è ritornato all'ovile, facendo visita alla società che lo ha lanciato nel grande calcio. L’ex capitano del Cesena ha infatti chiesto alla squadra della sua città, il Forlì, di poter indossare nuovamente gli scarpini bullonati e allenarsi in gruppo. Il club non ci ha ovviamente pensato un secondo e ieri Emiliano si è presentato per la prima volta al campo e si è messo al servizio di Attilio Bardi in mezzo a compagni che lo hanno ovviamente accolto con grande soddisfazione, come naturale con un calciatore tanto prestigioso.

A Forlì Salvetti ci è nato e ci vive, il padre è consigliere
della società e nel brillantissimo passato ci sono anche due parentesi con la maglia biancorossa dai Galletti con i mister Varrella e Bonavita: la prima nella stagione 1994-95, dopo i 21 gettoni di presenza all’esordio in B col Cavalluccio. Salvetti in C2 mise insieme 26 gare e una rete, poi partì alla volta di Ferrara per fare la C1 con la Spal ma a dicembre fece ritorno all’ombra di San Mercuriale ed esplose: 19 partite e ben sette gol. Seguirono gli anni d’oro in bianconero - in 9 annate col Cesena ha disputate 240 gare e fatto 44 gol - e in serie A a Verona e Bologna. Poi, chiuso col Cesena ecco la cadetteria a Sassuolo e alla fine dello scorso anno - corredato di 28 gettoni e 3 reti - la decisione di rescindere il contratto e ritirarsi. Ma la voglia di calcio evidentemente c’è ancora ed ecco la richiesta di allenarsi col Forlì di Serie D. Al momento non c’è niente di più, ma chissà che il vecchio amore non possa sbocciare nuovamente.