sport

La salvezza fa novanta. Insieme per il Cesena

Nella Club house bianconera si prova a garantire la sopravvivenza della squadra: politica, imprenditoria, cultura e sport in campo per il progetto di sostenibilità dei conti finanziari. LE FOTO

Foto Orlando Poni
| Altro
N. Commenti 0

20/marzo/2013 - h. 08.30

CESENA - In più di 90 ieri sera hanno risposto all’appello di Giorgio Lugaresi per salvare il Cesena. Tra aziende e vecchie glorie bianconere, si sono ritrovati tutti nella Club house bianconera prima della gara con il Livorno, erano lì per tentare di salvare il Cavalluccio. Ieri si è cercato un nuovo inizio: per convincere gli imprenditori ad aderire all’operazione di pre-sponsorizzazione volta a finanziare l’iscrizione al prossimo campionato del Cesena, Lugaresi ha schierato il professor Maurizio Viroli, la bandiera Giampiero Ceccarelli e un centravanti di sfondamento come il presidente provinciale Massimo Bulbi. “Siamo qui per garantire dei posti di lavoro - ha spiegato proprio lui, in apertura -. Capisco che il momento sia difficile, con un monteore di cassa integrazione impressionante nel territorio, ma la fine dell’esperienza Cesena potrebbe avere ricadute gravissime. Il Cavalluccio porta tanti ritorni, non solo quello sportivo: per far decollare il ‘progetto Lugaresi’ deve esserci maggiore aiuto, anche in un momento di difficoltà come questo”.

Il ‘progetto Lugaresi’: due pacchetti di sponsorizzazione quinquennale, uno da 100mila euro e uno da 200mila euro, finanziabili in sette anni presso il Credito Romagnolo e illustrati rapidamente dal responsabile del marketing bianconero Saverio Provenzano: “Il Cesena è un investimento: solo in questi due anni ci sono stati 13 milioni di euro di sponsorizzazioni, con 333 sponsor intervenuti solo lo scorso anno”.
“Ho sentito la responsabilità di non aver guardato prima cosa stava succedendo nel Cesena”. “Intuivo - ha continuato -: Cesena mi lanciava dei messaggi e, ad un certo punto mi sono reso conto che non potevo far finta di niente”. Spiega le ragioni del suo intervento e, soprattutto, lo scopo di questo progetto: “Siamo persone rispettabili, e rispetteremo i nostri impegni: se riuscissimo ad arrivare a 54 aziende nella new.co, diventeremo i proprietari del Cesena e ricominceremo a costruire la nostra squadra. Solo una squadra dietro di noi ha i conti in equilibrio, quindi la nostra situazione è comune ad altri: se ci impegnamo, si può asciugare l’indebitamento. Rino Foschi mi ha insegnato quale era l’importanza di lavorare bene nell’ambito tecnico e, tramite questo lavoro, garantire la continuità aziendale”. 

Lugaresi traccia l’identikit del prossimo presidente: “Un imprenditore, di provata fede bianconera, e con grande voglia di impegnarsi”. L’ex presidente bianconero ha poi portato tutti gli intervenuti campo, per un giro d’onore. Chiamato in causa, Rino Foschi dice la sua durante il rinfresco offerto dal Cesena: “Il modello che Lugaresi propone, con un azionariato così diffuso, è l’unico modello sostenibile in un momento come questo: in tutto il mondo si fa così, vedi al River Plate. Si poteva fare qualcosa anche prima, ma l’importante è che ci si sia mossi: ora il Cesena è ad un bivio fondamentale”. Che tipo di apporto arriverà da Foschi non è un mistero: “Farò quello che potrò, come feci ai tempi del Palermo. Io non sono un imprenditore e non pretendo nemmeno di esserlo”.

Ecco i presenti alla convention

Imprenditori. Adriatica acque, Adriatica grandi impianti, Alotax, Alufer, Amadori, Anseme, Ati, Audiolab, Baldinini, Brc, Baruzzi prefabbricati, Banca popolare di Ancona, Camaj, Casadei, Cora seeds, Credito di Romagna, Credito Emiliano, Deco industrie, Deles imballaggi speciali, Dhollandia, Dinan, Cristian Dionigi, Dotprint, EdilGhetti, EffeGiBi, Fc Clima, Rino Foschi, Gattei, Gel frigor, Mauro Giorgini, Hi Technology, Hippo Group, Idrobenessere, Il Mandorlo, Il Punto, Kablotec, Leardini group, Lelli group, LF, Giorgio Lugaresi, Mcf trade, Mdm clima, Motorissima, My Dev, Officine Battistini, Openjob Metis Cesena, Orogel, Panatrezzi, Polo autotrasporti, Graziano Pransani, Pubblisole, Oliviero Santerini, Sarb, Sb motori, Scarpellini vivai, Som, Sport center Cesena, Studio Santarelli, Technogym, Uil Cesena, Viaggi Manuzzi, Vitobello ricambi, Wafra, Zavoli. 

Glorie bianconere. Agostini, Ammoniaci, Arrigoni, Bertarelli, Biserni, Bonini, Ceccarelli G., Cuttone, Danova, De Falco, Del Bianco, Domini, Fontana, Gadda, Genzano, Lorenzo, Mantovani, Marin, Masolini, Medri, Moscatelli, Oddi, Orlandi, Piangerelli, Piraccini, Rossi, Teodorani A., Teodorani C., Valentini, Vicini.