Cesena

Lavori pubblici, il Comune ha realizzato il 92,6% dei lavori previsti

Entrando nel dettaglio, sono 39 i progetti che sono stati conclusi o, comunque, sono stati portati avanti nel 2017 secondo le previsioni

Fotorepertorio
| Altro
N. Commenti 0

17/gennaio/2018 - h. 16.09

CESENA - Nel 2017 il Comune di Cesena ha rispettato in massima parte il programma di opere previste nel corso dell’anno. Gli interventi realizzati sono stati una quarantina, per un importo complessivo di oltre 9,6 milioni di euro, pari al 92,6% della spesa prevista, che era attestata sui 10 milioni e 433 mila euro E’ quanto emerge dal rapporto consuntivo di fine anno riferito allo stato di avanzamento del programma triennale dei Lavori Pubblici, appena approvato dall’Amministrazione comunale. “Attribuiamo a questo documento un significato particolare – sottolineano Sindaco Paolo Lucchi e l'Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi –, perché i lavori pubblici rappresentano una componente importante dell’attività dell’Amministrazione comunale: è proprio attraverso questo tipo di interventi che, da un lato, si creano le condizioni per migliorare strutturalmente la città e, dall’altro, si provvede alla manutenzione diffusa del patrimonio pubblico esistente. E non a caso, questo è uno degli aspetti a cui i cittadini prestano maggiore attenzione, seguendone le varie fasi di progettazione ed esecuzione. I dati forniti attraverso il Consuntivo indicano che anche nell’anno appena concluso siamo riusciti a rispettare una buona fetta delle previsioni, con una percentuale di realizzazione del programma oltre il 90%, attestando il nostro impegno per passare rapidamente dalle parole ai fatti”. 
Entrando nel dettaglio, sono 39 i progetti - fra quelli inseriti nel programma triennale 2016-2018 e quelli del programma 2017-2019 - che sono stati conclusi o, comunque, sono stati portati avanti nel 2017 secondo le previsioni. Di questi, venti hanno interessato strade e mobilità, mentre diciannove riguardano l’edilizia pubblica. Ma, da un punto di vista economico, la quota più consistente è rappresentata proprio dall’edilizia pubblica, con un importo complessivo riferito al 2017 di 6 milioni e 284mila euro, di cui quasi 2,3 milioni dedicati all’edilizia scolastica e sportiva. Fra le opere più rilevanti a cui si è messo mano, accanto alla riqualificazione di piazza della Libertà (che nel corso del 2017 ha visto lavori per 1 milione e 798mila euro su un totale, distribuito su più anni, di 3 milioni e 100mila euro), ricordiamo i lavori per la nuova palestra di San Giorgio, per un importo di 1 milione e 382mila euro su un totale quasi 2 milioni di euro (l’intervento è ormai concluso, anche se i tempi si sono leggermente allungati a causa di modifiche sulle pavimentazioni), il primo stralcio del progetto di videosorveglianza (per un importo di 560mila euro su 1 milione e 121mila euro) la partenza del restauro di Casa Bufalini (200mila euro nel 2017 sui 2 milioni totali), il secondo lotto del percorso Cesuola (180mila euro su un totale di 200mila), la manutenzione del teatro Bonci (per un importo di 100mila euro) e del centro servizi di Ponte Abbadesse (per un impegno di spesa di 300mila euro), l’ampliamento del cimitero di Bulgaria (226.200 euro su un valore complessivo di 290mila euro). E’ di 3 milioni e 377mila euro, invece, il valore complessivo delle opere realizzate sul fronte della viabilità. 
Una delle voci più consistenti è la salvaguardia idrogeologica, con 975mila euro: fra le opere a cui si è messo mano in questo contesto, quelle sulla frana di Roversano, per un importo di 247mila euro nel 2017; e l’intervento sul Rio Granarolo (180mila euro). Hanno un peso consistente anche le manutenzioni, con 500mila euro spesi per interventi sulle strade extraurbane, 200mila euro per le strade urbane e altrettanti per la segnaletica orizzontale e verticale, 140mila euro per lavori di risagomatura dei fossi stradali. Si segnala, inoltre, la sistemazione di via San Carlo (270mila euro su un totale di 300mila), il completamento della pista ciclabile su via Ravennate (90mila euro su un totale di 100mila) e soprattutto il progetto di messa in sicurezza della via Cervese, di cui è stato completato il primo lotto per un importo complessivo di 300mial euro, di cui 270mila nel 2017. Proprio per evitare sovrapposizioni con i lavori del primo lotto, è stato posticipato a quest’anno l’inizio dei lavori del 2° lotto, per altri 300mila euro. Anche su altri interventi – soprattutto di manutenzione – la tabella di marcia non è stata pienamente rispettata, a causa dei ritardi nella procedura di gara, dovuti all’entrata in vigore del correttivo al codice degli appalti.