Savignano

Dramma sui binari, due volte in poche settimane

Domenica sera poco prima delle 21 un 45enne italiano è stato travolto e ucciso dal treno Italo che viaggiava verso Rimini. La Polizia parla di incidente. Nella stessa zona il 15 maggio scorso un marocchino è stato investito mentre era in bicicletta

Dramma sui binari, due volte in poche settimane
| Altro
N. Commenti 0

03/giugno/2014 - h. 08.41

SAVIGNANO SUL RUBICONE  - Secondo dramma sui binari di Savignano nel giro di due settimane. Nella serata di domenica scorsa, infatti, un uomo ha perso la vita travolto da un treno in corsa. Poco prima delle 21, quando il sole non era ancora del tutto tramontato e quindi c’era ancora un po’ di luce, si è verificato il fatto: l’uomo, secondo una prima ricostruzione della Polizia ferroviaria di Rimini, stava tentando di attraversare a piedi i binari proprio a poche centinaia di metri a sud della stazione di Savignano sul Rubicone, quando è stato colpito in pieno dal treno Italo 9997 che a quell’ora stava arrivando da Bologna in direzione Ancona, un treno - quello della società Ntv - che ha la caratteristica di essere molto silenzioso. Il macchinista si è accorto solo all’ultimo momento della persona presente sui binari, che invece non ha potuto evitare il treno ed è stata travolta, morendo sul colpo per il terribile schianto. La vittima è un uomo di circa 45 anni e italiano. Sul posto sono subito intervenuti gli agenti della Polfer di Rimini e della Questura di Forlì, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della persona e ascoltare la testimonianza del macchinista e di altre persone che avrebbero assistito alla scena.

E proprio sulla base degli elementi raccolti da queste persone, pur propendendo per l’ipotesi del tragico incidente, le autorità non possono però escludere che la causa dell’episodio sia riconducibile a un gesto volontario, cioè a un suicidio. La circolazione dei treni ha subito pesanti ritardi. La circolazione sul binario lato Milano, quello non direttamente interessato dall’incidente, è stata interrota per circa un’ora, mentre per quanto riguarda il binario per Ancona si è dovuto attendere fin verso la mezzanotte tra domenica e lunedì per ripristinare regolarmente le corse. Nella pomeriggio di giovedì 15 maggio scorso un analogo incidente si era verificato nelle vicinanze di quello di domenica sera. In quel caso a perdere la vita era stato un 42enne marocchino che in sella alla sua bici stava tentando di attraversare i binari.