Forlì

Esplosione di gas, è morto l'anziano che era rimasto ustionato

Era stato trasportato con urgenza al 'Bufalini' di Cesena in gravi condizioni

Esplosione di gas, è morto l'anziano che era rimasto ustionato
| Altro
N. Commenti 0

30/settembre/2015 - h. 16.29

FORLI' - Un pauroso boato ha tuonato alle prime luci dell'alba in via Piemonte. Precisamente al civico 13, in un piccolo appartamento al pian terreno di una palazzina a due piani dove una fuga di gas dal piano cottura, alimentata da una bombola esterna, si è trasformata in una violenta esplosione. Gravemente ferito il proprietario dell'abitazione, un anziano di 84 anni, era stato ricoverato con urgenza all'ospedale Maurizio Bufalini di Cesena, ma per le gravi ustioni riportate oggi è morto.
 
A dare l'allarme al 115 e al 118 sono stati i familiari che vivono nei piani superiori e che, fortunatamente, non hanno riportato conseguenze fisiche. Giunti sul posto, i Vigili del fuoco hanno provveduto a evacuare i residenti e poi, a sedare le fiamme. Il rogo ha devastato buona parte dell'abitazione dove l'anziano viveva con la moglie che, al momento dell'incidente, si trovava in una stanza sul retro. 

I sanitari di "Romagna Soccorso" hanno operato con due ambulanze e l'auto col medico a bordo. Stabilizzati i parametri vitali, l'84enne era stato trasportato col codice di massima gravità all'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena, dove era stato ricoverato al Centro Grandi Ustionati. L'uomo ha riportato ustioni di secondo grado su tutto il corpo. I Vigili del Fuoco hanno quindi provveduto alla messa a sicurezza dell'area: l'abitazione non ha riportato danni strutturali.

Toccherà ora agli uomini della Questura di Forlì accertare le cause dell'esplosione. Secondo una prima ricostruzione dei fatti,l 'anziano, dopo essersi alzato, avrebbe acceso il fornelletto per prepararsi la colazione non accorgendosi evidentemente che una perdita del tubo della bombola aveva già saturato di gas l'ambiente. L'onda d'urto ha scaraventato il malcapitato contro la porta basculante del garage che però, cedendo alla pressione, ha evitato che l'esplosione provocasse danni peggiori alla struttura.