Cesena

Furti, più telecamere e agenti in borghese

Sette colpi in 7 giorni: il sindaco convoca una riunione d’urgenza con le forze dell’ordine

Furti, più telecamere e agenti in borghese
| Altro
N. Commenti 0

08/novembre/2015 - h. 12.04

BAGNO DI ROMAGNA - Rafforzamento dei controlli con agenti in servizio anche in borghese, posizionamento di più telecamere. Queste, in sostanza, le azioni di contrasto al fenomeno dei furti in abitazione, decise ieri mattina in occasione del Tavolo urgente convocato dal sindaco Marco Baccini di Bagno di Romagna con le forze dell’ordine, per far fronte all’emergenza criminalità. Negli ultimi tempi, infatti, i malviventi hanno colpito - con particolare insistenza la passata settimana - alcune abitazioni nei centri residenziali del Comune.

All’incontro, che è stato convocato con urgenza dal sindaco Marco Baccini per organizzare e coordinare le azioni di controllo e contrasto contro i furti, erano presenti il comandante della stazione di Polizia stradale Massimo Bragagni, il maresciallo della Stazione del Comando dei carabinieri Tiziano Cardinali, la comandante del servizio di Polizia Municipale Tina Valbruzzi e Thomas Masciovecchio per il Corpo Forestale.

“Ho ritenuto necessario - spiega il sindaco - convocare con urgenza il Tavolo delle Forze dell’Ordine al fine di attivare un coordinamento delle attività per il contrasto ai furti che in questi giorni hanno colpito le abitazioni di alcuni cittadini di San Piero e Bagno”. Nella scorsa settimana, infatti, si sono verificati 5 furti e 2 tentati furti. I furti si sono ripetuti con modalità identiche, ovvero tramite la forzatura di finestre o porte, nella fascia oraria compresa tra le 17 e le 20, con tempi di azione di pochissimi minuti e mirati a sottrarre oro o denaro contante. “Sin dopo i primi furti - aggiunge Baccini -, Carabinieri, Polizia stradale e Polizia Municipale si sono attivati per monitorare il territorio con postazioni di controllo sia alle porte dei centri cittadini che nei centri abitati per verificare l’ingresso di mezzi sospetti. La Forestale si è concentrata invece su un maggiore controllo delle zone rurali”.

“Si è deciso di rafforzare ulteriormente i controlli nel corso delle prossime settimane, anche attraverso azioni in borghese. Abbiamo inoltre convenuto – sottolinea il sindaco – di posizionare telecamere mobili in dotazione della Polizia Municipale in posizioni strategiche dei centri abitati per monitorare i passaggi sia dei mezzi che dei pedoni”. “In aggiunta, si è convenuto di ispezionare le videoriprese dei sistemi di sorveglianza degli istituti bancari e delle attività pubbliche che ne sono dotate per ricercare ulteriori elementi di indagine che potrebbero risultare preziosi nella ricerca dei criminali”.

Preziose per le Forze dell’Ordine risultano essere le segnalazioni dei cittadini, che si sono intensificate in questi giorni e che sollecitiamo ulteriormente, invitando i cittadini a contattare telefonicamente ed in tempo reale i numeri di riferimento (112 Carabinieri e 113 Polizia Stradale) non appena percepiscano situazioni sospette”.

“Emerge sempre con maggior evidenza, infatti – continua il sindaco – l’importanza di un’attività di prevenzione, che richiede il necessario coinvolgimento della popolazione nello scambio delle informazioni e nella pronta segnalazione alle Forze dell’Ordine di atteggiamenti e presenze sospette. La pronta segnalazione da parte di un cittadino di un’auto sospetta, per esempio, ha permesso di sorprendere una banda di ladri a Forlì proprio in questi giorni”.