Cesena

Gattolino, ladri catturati grazie ai bimbi della scuola

Tre minorenni rom vengono notati mentre escono da un’abitazione. Il paese insorge e aiuta la polizia ad arrestarli

Gattolino, ladri catturati grazie ai bimbi della scuola
| Altro
N. Commenti 0

28/gennaio/2016 - h. 11.01

Se qualcuno, un giorno, dovesse assegnare un Oscar al “senso civico”, ricordatevi di Gattolino. Perché ciò che è accaduto ieri mattina in questa frazione di Cesena è davvero una bella pagina di cronaca. L’antefatto è quello, purtroppo non nuovo, di un furto in abitazione. Sono circa le 10 e tre ladruncoli minorenni di etnia rom vengono notati, nei pressi di via Targhini, mentre escono dal cortile di un’abitazione e salgono su una Nissan Micra. Non è la prima volta che, nella frazione, si segnalano episodi criminosi ma, questa volta, la comunità si ribella. Con un “passa parola” formidabile un’intera frazione insorge contro i ladri, avviando un’impeccabile collaborazione fra cittadini e forze dell’ordine. Sul posto, in tempi rapidissimi, arrivano ben cinque pattuglie del Commissariato (“Ieri - spiega il dirigente Pascarella - gli uffici erano praticamente vuoti e gli agenti quasi tutti a presidiare il territorio”). I poliziotti “cinturano” l’intera frazione e, con l’aiuto degli abitanti di Gattolino, inizia la caccia ai ladri.

A dare l’allarme, per la verità, sono per primi i bambini della scuola elementare che, guardando fuori dalla finestra, notano alcune persone che, dalla campagna circostante, scavalcano le recinzioni di una casa. Presi dall’agitazione e dalla voglia di agire, chiamano subito l’insegnante che, a sua volta, telefona al 113. Grazie all’intensa collaborazione dei residenti, ne segue un inseguimento dei tre soggetti per le vie della frazione. I ladri nella loro fuga piombano prima nel giardino dell’asilo nido e i bambini e le dade dalle finestre vedono “in diretta” il passaggio dei ladri.

Poi è la volta della vicina chiesa parrocchiale. Guidati dalle indicazioni dei residenti, i poliziotti riescono a bloccare due dei tre malviventi nella zona di via Mesola, a pochi passi dal cavalcavia dell’autostrada A14. Nell’attività è stata anche recuperata la refurtiva, poche decine di euro. Unico contrattempo di una vicenda “a lieto fine”, durante la fuga dei ladri, un anziano del paese ha tentato di pararsi di fronte ad uno dei fuggitivi che, tuttavia, l’ha urtato con violenza facendolo cadere a terra. L’anziano riporterà la frattura del polso. Ma questa circostanza (cioè la violenza accertata) darà comunque modo agli agenti di arrestare i due ladri con l’accusa di rapina. Per il Commissariato i due rom potrebbero essere gli autori di altri furti analoghi nelle abitazioni di Savignano.