Savignano

Violenza sessuale nel parco su una 33enne

Un 26enne l'ha aggredita nella notte, poi tirandola per i capelli, ha abusato di lei in un anfratto

Violenza sessuale nel parco su una 33enne
| Altro
N. Commenti 0

29/novembre/2016 - h. 17.39

Un 26enne di origine marocchina, residente a Savignano, manovalante, celibe, incensurato, regolare sul territorio nazionale, nella notte del 14 novembre scorso, dopo aver tentato senza esito di avvicinare all’interno di un noto bar una donna 33enne, residente in un comune della Valle del Rubicone, ha approfittato delle circostanze di tempo e di luogo inseguendola quando questa stava percorrendo il parco Rio Salto.
Una volta raggiunta la aggredita afferandola per i capelli e trascinata con forza in un anfratto dove gli ha usato violenza sessuale. Violenza che non si è conclusa con lo stupro ma con un forte shok e lesioni personali giudicate guaribili in 10 giorni.
Le indagini dei Carabinieri di Savignano hanno permesso l'identificazione del violentatore che è stato assicurato alla giustizia e ora dovrà rispondere delle accuse di violenza sessuale e lesioni personali.
Un 26enne di origine marocchina, residente a Savignano, manovalante, celibe, incensurato, regolare sul territorio nazionale, nella notte del 14 novembre scorso, dopo aver tentato senza esito di avvicinare all’interno di un noto bar una donna 33enne, residente in un comune della Valle del Rubicone, ha approfittato delle circostanze di tempo e di luogo inseguendola quando questa stava percorrendo il parco Rio Salto.

Una volta raggiunta la aggredita afferandola per i capelli e trascinata con forza in un anfratto dove gli ha usato violenza sessuale. Violenza che non si è conclusa con lo stupro ma con un forte shok e lesioni personali giudicate guaribili in 10 giorni.

Le indagini dei Carabinieri di Savignano hanno permesso l'identificazione del violentatore che è stato assicurato alla giustizia e ora dovrà rispondere delle accuse di violenza sessuale e lesioni personali.