Gambettola

Prelievi col bancomat rubato alla nonna

Scoperto il nipote 22enne, tradito dalle telecamere. In due occasioni ha sfilato dal conto 350 euro

Prelievi col bancomat rubato alla nonna
| Altro
N. Commenti 0

05/febbraio/2017 - h. 13.05

Un furto imbarazzante, che si è consumato tra le mura domestiche e ai danni di una anziana parente. E’ quanto è emerso al termine delle indagine avviate dai militari della Stazione di Gambettola. I carabinieri hanno infatti denunciato in stato di libertà per furto aggravato e indebito utilizzo della carta bancomat un ventiduenne, italiano, celibe, disoccupato, residente a Cesena, con un precedente per falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità propria (per aver fornito false generalità ad un Pubblico Ufficiale su un convoglio ferroviario).
La verità è venuta a galla nel giro di un mese: l’ammanco ai danni della signora portava la firma di un familiare. Gli uomini dell’Arma hanno infatti accertato che, nel mese di dicembre scorso, in due occasioni, il ragazzo avrebbe sottratto alla nonna sessantaquattrenne, la tessera bancomat e carpito il relativo codice pin della carta. Sempre secondo i militari, il nipote avrebbe utilizzato la tessera della nonna indebitamente, facendo prelievi in una banca di Cesena. 
Il rifornimento del denaro è stato fatto in due diverse occasioni, per una somma complessiva di 350 sfilati dal conto della nonna, pensando probabilmente di non essere scoperto. Il 22enne è stato identificato mediante
l’acquisizione delle immagini della videosorveglianza esterna allo sportello.
Un furto imbarazzante, che si è consumato tra le mura domestiche e ai danni di una anziana parente. E’ quanto è emerso al termine delle indagine avviate dai militari della Stazione di Gambettola. I carabinieri hanno infatti denunciato in stato di libertà per furto aggravato e indebito utilizzo della carta bancomat un 22enne italiano, celibe, disoccupato, residente a Cesena, con un precedente per falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità propria (per aver fornito false generalità ad un Pubblico Ufficiale su un convoglio ferroviario).

La verità è venuta a galla nel giro di un mese: l’ammanco ai danni della signora portava la firma di un familiare. Gli uomini dell’Arma hanno infatti accertato che, nel mese di dicembre scorso, in due occasioni, il ragazzo avrebbe sottratto alla nonna 64enne, la tessera bancomat e carpito il relativo codice pin della carta. Sempre secondo i militari, il nipote avrebbe utilizzato la tessera della nonna indebitamente, facendo prelievi in una banca di Cesena. 

Il rifornimento del denaro è stato fatto in due diverse occasioni, per una somma complessiva di 350 sfilati dal conto della nonna, pensando probabilmente di non essere scoperto. Il 22enne è stato identificato mediante l’acquisizione delle immagini della videosorveglianza esterna allo sportello.