Cesena

Atto vandalico contro l’Ufficio Contravvenzioni

Si tratta del terzo episodio del genere nel giro di poche settimane contro la Polizia Municipale

Atto vandalico contro l’Ufficio Contravvenzioni
| Altro
N. Commenti 0

06/febbraio/2017 - h. 17.29

Brutta sorpresa, questa mattina, per il personale della Polizia Municipale in servizio all’Ufficio Verbali (cioè quello che segue le procedimenti sanzionatori del codice della strada e il contenzioso), collocato nella sede distaccata di viale Bovio. Al loro arrivo, infatti, gli operatori hanno trovato l’ingresso dell’ufficio imbrattato di liquido nero, e con residui del contenitore in vetro utilizzato per l'atto vandalico. Per consentire la pulizia della porta e il ripristino della situazione è stato necessario sospendere il ricevimento del pubblico per qualche ora.
 
Il caso odierno, già di per sé riprovevole, risulta ancor più preoccupante perché arriva dopo altri episodi di vandalismo verificatisi nelle ultime settimane. A metà gennaio, sempre nella sede distaccata di viale Bovio, il cristallo del portoncino d'ingresso era stato infranto con un mattone. Una sera di qualche settimana prima, invece, un uomo con il volto dal cappuccio del giubbotto aveva lanciato una bottiglia contenente liquido nero all'interno del comando verso i veicoli di servizio, per fortuna senza colpirli.
 
“A questo punto – osserva il Comandante della Pm Giovanni Colloredo - sembra  chiaro che questi atti siano rivolti contro la Polizia Municipale e la sua attività. Vandalismi o intimidazioni che siano, reputo questi fatti molto gravi. Tuttavia, questi gesti non limiteranno le nostre attività e fin da subito saranno attuate misure a tutela del personale, e incrementeremo l'attenzione per evitare che si ripetano. Per farlo chiederemo la collaborazione anche del Commissariato di pubblica sicurezza e della Compagnia Carabinieri di Cesena”.
 
“Condivido la valutazione del Comandante sulla gravità di questi episodi, che condanno senza esitazione – rimarca il Sindaco Paolo Lucchi –, e desidero esprimere la piena solidarietà alle donne e agli uomini della Polizia Municipale di Cesena. E’ chiaro che per individuare i responsabili e il movente di queste azioni serviranno indagini. Ma mi viene da pensare che questi atti siano collegabili al maggior attivismo che contraddistingue l’operato attuale della nostra Pm. Un attivismo, tengo a ribadirlo, sollecitato dagli stessi cittadini, che sempre più spesso si rivolgono al Comando di corso Cavour per segnalare problemi e chiederne la soluzione, dimostrando così il crescente rapporto di fiducia con la Polizia Municipale. Questi vandalismi certo non serviranno a fermare l’attività della nostra Pm, ma anzi rafforzano l’impegno per garantire la sorveglianza del territorio e il rispetto delle regole”. 
Brutta sorpresa, questa mattina, per il personale della Polizia Municipale in servizio all’Ufficio Verbali (cioè quello che segue le procedimenti sanzionatori del codice della strada e il contenzioso), collocato nella sede distaccata di viale Bovio. Al loro arrivo, infatti, gli operatori hanno trovato l’ingresso dell’ufficio imbrattato di liquido nero, e con residui del contenitore in vetro utilizzato per l'atto vandalico. Per consentire la pulizia della porta e il ripristino della situazione è stato necessario sospendere il ricevimento del pubblico per qualche ora. 

Il caso odierno, già di per sé riprovevole, risulta ancor più preoccupante perché arriva dopo altri episodi di vandalismo verificatisi nelle ultime settimane. A metà gennaio, sempre nella sede distaccata di viale Bovio, il cristallo del portoncino d'ingresso era stato infranto con un mattone. Una sera di qualche settimana prima, invece, un uomo con il volto travisato dal cappuccio del giubbotto aveva lanciato una bottiglia contenente liquido nero all'interno del comando verso i veicoli di servizio, per fortuna senza colpirli. 

“A questo punto – osserva il Comandante della Pm Giovanni Colloredo - sembra  chiaro che questi atti siano rivolti contro la Polizia Municipale e la sua attività. Vandalismi o intimidazioni che siano, reputo questi fatti molto gravi. Tuttavia, questi gesti non limiteranno le nostre attività e fin da subito saranno attuate misure a tutela del personale, e incrementeremo l'attenzione per evitare che si ripetano. Per farlo chiederemo la collaborazione anche del Commissariato di pubblica sicurezza e della Compagnia Carabinieri di Cesena”. 

“Condivido la valutazione del Comandante sulla gravità di questi episodi, che condanno senza esitazione – rimarca il Sindaco Paolo Lucchi –, e desidero esprimere la piena solidarietà alle donne e agli uomini della Polizia Municipale di Cesena. E’ chiaro che per individuare i responsabili e il movente di queste azioni serviranno indagini. Ma mi viene da pensare che questi atti siano collegabili al maggior attivismo che contraddistingue l’operato attuale della nostra Pm. Un attivismo, tengo a ribadirlo, sollecitato dagli stessi cittadini, che sempre più spesso si rivolgono al Comando di corso Cavour per segnalare problemi e chiederne la soluzione, dimostrando così il crescente rapporto di fiducia con la Polizia Municipale. Questi vandalismi certo non serviranno a fermare l’attività della nostra Pm, ma anzi rafforzano l’impegno per garantire la sorveglianza del territorio e il rispetto delle regole”.