Cesena

Cresce la popolazione cesenate: il 2018 ha segnato un incremento di 450 unità

Al 31 dicembre 2018 la popolazione residente a Cesena, compresi gli stranieri iscritti in anagrafe, conta 97.210 abitanti

Cesena Fiera

La scorda ediziona Cesena Fiera (foto Mirco Ricci)

| Altro
N. Commenti 0

04/febbraio/2019 - h. 17.53

CESENA - Nel 2018 la popolazione cesenate ha continuato a salire, confermando i segnali di ripresa già registrati nel 2017. Al 31 dicembre scorso, infatti,  a Cesena si contavano 97.210  abitanti, con un aumento di 450 unità rispetto al dato registrato alla fine dell’anno precedente, quando eravamo 96.760. Merito del saldo migratorio (cioè lo scarto fra immigrati ed emigrati) che risulta positivo, mentre il saldo naturale (cioè la differenza fra nati e morti) continua a essere negativo. Questi sono solo alcuni degli aspetti più significativi che emergono dal dossier elaborato dall’Ufficio Statistica del Comune sulla dinamica demografica di Cesena nel 2018.

“Puntuale come ogni anno – sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi – l’ufficio Statistica ci consegna un articolato dossier che fotografa i fenomeni demografici in atto nella nostra città e ci fornisce vari spunti di riflessione: ancora una volta ritroviamo il calo delle nascite, la tendenza a famiglie sempre più piccole (con una larga fetta di nuclei con un solo componente), mentre il movimento migratorio resta la componente più dinamica e significativa del movimento della popolazione. E anche lo scorso anno sono stati numerosi i cittadini originari di altri Paesi che sono diventati italiani, a conferma di una trasformazione in atto già da tempo, che ci arricchisce da un punto di vista umano e sociale, ma che da molti anni è anche indispensabile per garantire professionalità utili al nostro sistema d’imprese”.

Quanti sono i cesenati

Al 31 dicembre 2018 la popolazione residente a Cesena, compresi gli stranieri iscritti in anagrafe, conta 97.210 abitanti. La componente femminile, con 50.248 unità (+189 rispetto al 2017)   rappresenta il 51,69% del totale. Aumento più accentuato nella componente maschile che, con un + 261 unità,  registra a fine anno la presenza di 46.962 cittadini cesenati.

Il saldo naturale della popolazione di Cesena

Nel 2018 i nuovi nati sono stati  607 (di cui 283 femmine e 324 maschi), con una flessione del 8,16% rispetto al 2017 (quando se ne contarono 661). Il dato si pone in linea con l’andamento registrato dall’Istat a livello nazionale.

Dalla Statistica segnalano un progressivo avvicinamento al minimo storico delle nascite che si registrò nei primi anni ’90 del secolo scorso, quando i nati erano scesi sotto la soglia delle 600 unità annuali. La ripresa del numero dei nati negli anni successivi si ebbe per il contributo dei nati stranieri, con l’indice di fecondità delle donne straniere più che doppio rispetto a quelle italiane. Nel 2018, i bimbi di nazionalità straniera nati a Cesena sono stati 111 ( 61 maschi e 50 femmine) pari al 18,2% del totale (nel 2017 erano il 14,9 %).

Fra i nuovi nati stranieri del 2018 la nazionalità più rappresentata è quella del Marocco (17) seguita dalla Romania (15); nell’elenco vengono poi l’Albania (14), la Nigeria (12), il Bangladesh (11), l’Ucraina (7). Complessivamente sono 24 le nazionalità dei bimbi stranieri nati a Cesena lo scorso anno (l’anno precedente erano 20).

Rispetto al 2017, invece, si registra un aumento dei decessi che passano da 1.060 a 1.106. Anche l’andamento del numero dei decessi a Cesena è in linea con la tendenza nazionale. Il minor numero di nati e l’aumento dei decessi determina una maggior incidenza in negativo del saldo naturale che segna -499 unità (-399 lo scorso anno). La serie negativa del saldo naturale, iniziata nel 1981 con un timido -1 e senza arresto negli anni successivi, è aumentata di anno in anno e tocca nel 2018 il suo massimo risultato negativo.

Il movimento migratorio a Cesena

Il movimento migratorio continua a rappresentare la componente più dinamica e significativa del movimento della popolazione e, come nell’anno precedente,  registra una e ripresa nell’ingresso di immigrati.

Negli ultimi dodici mesi sono immigrati nel nostro Comune 2.808 abitanti, con una crescita di 389unità  rispetto al 2017. Gli immigrati di cittadinanza straniera sono stati 972 (pari al 34,6% del totale) con una leggera flessione rispetto agli anni precedenti (1.051 nel 2017;  940 nel 2016;  839 nel 2015). Restano sostanzialmente stabili, invece, gli emigrati che passano da 1.849 dell’anno scorso a 1.859. Sulla base di questi numeri, il saldo migratorio, risulta positivo di 949 unità, molto più incisivo di quello registrato negli scorsi (+243 nel 2015;  +144 nel 2016; + 570 nel 2017).

 

 

Italiani e stranieri a confronto

Nel periodo 2000-2018 la popolazione cesenate è passata da 90.321 unità a 97.210, con un aumento del 7,63%. Un’analisi più attenta mostra due movimenti di segno opposto: la popolazione di cittadinanza italiana è diminuita di 716 unità, mentre quella straniera è cresciuta di oltre cinque volte con un aumento di 7.605 unità. Rilevante la variazione del peso percentuale di quest’ultima che è passata dal 2,04% del 2000 al 9,77% del 2018. Ma, anche se la popolazione straniera è tornata a crescere, dopo un periodo di flessione, la percentuale resta distante dal picco raggiunto nel 2012 (10,02%).

 

Aumentano gli stranieri che acquisiscono la cittadinanza italiana

Nel 2018 sono state registrate le acquisizioni di cittadinanza italiana di 130 cittadini stranieri, un valore  in netta diminuzione rispetto al picco registrato nel 2015 (503). I dati comprendono le acquisizioni e i riconoscimenti della cittadinanza per matrimonio, naturalizzazione, trasmissione automatica al minore convivente da parte del genitore straniero divenuto cittadino italiano, per elezione da parte dei 18enni nati in Italia e ivi regolarmente residenti ininterrottamente dalla nascita, per ius sanguinis. Tra i nuovi cittadini italiani netta predominanza nel 2018 per le femmine (61,5% del totale).

Durante l’anno scorso a Cesena il 17,07% di quanti hanno acquisito la cittadinanza italiana era precedentemente cittadino Albanese, il 13,4% Marocchino e il 7,3% Tunisino a pari merito con la Nigeria. Si tratta di comunità di antico insediamento in Italia, che nel tempo possono aver maturato i requisiti relativi alla residenza continuativa previsti dall’ordinamento italiano per poter richiedere la cittadinanza italiana per naturalizzazione. Si amplia la gamma dei paesi che si affacciano al riconoscimento, già in terza posizione troviamo il Bangladesh (9,7%)

 

Matrimoni

Nel 2018 a Cesena si sono celebrati 242 matrimoni, 6 in più rispetto al 2017: quelli civili sono stati 165, quelli religiosi 77. La leggerissima inversione di tendenza riguarda i matrimoni civili, che per il sesto anno consecutivo superano quelli religiosi. Questi ultimi proseguono il loro trend negativo (nel 2017 erano stati 95).  . Il “tasso di nuzialità” continua ad essere molto inferiore rispetto al decennio precedente (dal 4,57 del 2000 al 2,49 matrimoni per 1.000 residenti del 2018).

Una curiosità: il mese più gettonato per le nozze è stato settembre (41 matrimoni), seguito a ruota da giugno (40 matrimoni).

 

Famiglie

Il numero delle famiglie  raggiunge a fine anno  quota 42.715. Il numero medio dei componenti resta quasi costante rispetto all’anno precedente ed è di 2,26 persone per famiglia (nel 1980 si era a 3,24 componenti in media). Al 31 dicembre scorso erano 824 le persone affidate alle varie tipologie di convivenza (convivenze religiose, case di riposo, case protette), di questi cittadini 476 sono maschi e 348 femmine.

 

 

L’Ufficio Stampa

Federica Bianchi

(tel. 0547/356330)

Area degli allegati