Romagna

Gran Fondo Cassani: più giovane e meno impegnativa

Presentata la 21esima edizione della classica gara per amatori: la salita del Monte Casale è stata sostituita da quella del Monte Carla

Gran Fondo Cassani: più giovane e meno impegnativa

Partenti in piazza del Popolo a Faenza, tradizionale punto di incontro delle centinaia di iscritti alla Gran fondo Cassani

| Altro
N. Commenti 0

13/febbraio/2015 - h. 10.37

FAENZA - La Gran Fondo Davide Cassani compie 21 anni e... si fa giovane, con una grande novità che fa bene al ciclismo: quest’anno la “classicissima d’apertura” degli Amatori sosterrà concretamente l’attività giovanile.
L’edizione 2015 è stata presentata mercoledì sera nella sala del complesso degli ex Salesiani. Si è trattato di una conferenza stampa aperta al pubblico, durante la quale il commissario tecnico della Nazionale di ciclismo Davide Cassani ha illustrato i percorsi, provati da lui stesso, nonché le novità tecniche che caratterizzeranno l’evento di quest’anno, curato nell’organizzazione dalla Società ciclistica Ceretolese e dalla Polisportiva Zannoni di Errano di Faenza.

Ma la vera novità del 2015 sta nel fatto che nella stessa giornata della Gran Fondo, cioè domenica 22 marzo, l’impegno raddoppierà: oltre alla Gran Fondo tradizionale, riservata agli Amatori, verrà organizzata una gara per la categoria Juniores denominata “Gran Fondo Davide Cassani giovani” che partirà da Solarolo (la città del ct) e si concluderà a Faenza in piazza del Popolo sullo stesso arrivo della Gran Fondo, sfruttandone sinergicamente le strutture.

Forte l’impulso arrivato nella scorsa stagione da parte di Davide Cassani, il quale con il proprio appello ha cercato di lanciare al mondo amatoriale un chiaro segnale di come sia possibile dare un concreto contributo al ciclismo giovanile; ma forte e simbolica è l’azione della “Ceretolese” e della “Zannoni”, società che del ciclismo giovanile si occupano quotidianamente per tutto l’anno. Due società che accettano la coraggiosa sfida di far comunicare due mondi spesso inconciliabili, portando il ciclismo amatoriale a supportare e sostenere quello giovanile, che negli ultimi anni soffre anche, in particolare, il sempre minor numero di gare in calendario.
La Gran Fondo Davide Cassani è un evento per cui molti cicloamatori contano i giorni alla partenza e l’attesa è diventata sempre più forte negli anni, perché è nata e cresciuta con una mission: favorire e sviluppare la passione del ciclismo fra i ragazzi, reperendo risorse economiche e fornendo visibilità. L’edizione 2015 farà un ulteriore, grande, passo verso questo obiettivo.

Ma veniamo agli aspetti più strettamente tecnici inerenti la Gran Fondo. Il percorso ricalca quello sperimentato negli ultimi anni, ma è stato reso un po’ meno difficile, togliendo il Monte Casale, sostituito dal Monte Carla, decisamente più leggero; questo visto che la gara si svolge a inizio stagione e per molti la preparazione atletica non è ancora al meglio.
Cinque saranno i colli da scalare per il percorso lungo: Chioda, Busca, Collina, Carla e Monticino per complessivi 126 chilometri; solo tre per il percorso medio, ossia Collina, Carla e Monticino per 96 chilometri.  

Il quartier generale della manifestazione (attivo da sabato 21 marzo) sarà in centro a Faenza diviso tra piazza del Popolo e piazza Nenni; la prima sarà il teatro della sempre emozionante partenza e dell’arrivo, la seconda ospiterà la segreteria gara, la consegna dei numeri e del pacco gara, nonché un interessante expo dedicato alla bicicletta. Ancora in centro storico per il pasta-party, nella vicina piazzetta Carlo Zauli, dove verrà predisposto anche un deposito (custodito) per le biciclette; i concorrenti potranno mangiare in santa pace, senza il pensiero della custodia bici.
Da segnalare che è attivo il sito internet dedicato alla manifestazione, www.granfondodavidecassani.it completo di tutte le informazioni su iscrizioni, logistica, percorsi, consigli tecnici di Davide Cassani.