Cinema

Lo splendido discorso di Frances McDormand agli Oscar

L'attrice ha ricevuto la statuetta e ha invitato tutte le colleghe ad alzarsi, ricordando la clausola inclusion rider,

Lo splendido discorso di Frances McDormand agli Oscar
| Altro
N. Commenti 0

07/marzo/2018 - h. 15.55

Quello del 2018 è stato l’Oscar delle donne: difatti Frances McDormand, attrice statunitense, dopo aver conquistato il premio per il film Tre manifesti a Ebbing, Missouri, ha tenuto un discorso girl power, facendo alzare in piedi tutte le sue colleghe lavoratrici nell’industria cinematografica - per prima Meryl Streep dicendole: «Se lo farai tu lo faranno tutte» - per incoraggiare le donne a presentare i propri progetti e gli uomini a parlare di questi negli uffici e non alle feste. L’artista ha poi concluso con due semplici parole: inclusion rider, ovvero una clausola che esiste in alcuni contratti e che determina la presenza di una "quota" di lavoratori nel cast del film  che faccia parte di una qualche minoranza che sia etnica, sia religiosa o femminile. 
Un messaggio potente e in linea sia con i movimenti Time's Up e #Me too (un hashtag utilizzato sui social dalle vittime di molestie), nati dopo lo scandalo mediatico Weinstein (produttore americano molto potente che ha contribuito alla realizzazione di film del calibro di Pulp Fiction accusato di molestie e abusi sessuali da centinaia di attrici e modelle) sia con la ormai imminente giornata delle donne. Le prime attrici a denunciare le molestie subite da Harvey Weinstein sono state Rose McGowan e Ashley Judd, seguite poi da Angelina Jolie, Gwyneth Paltrow e dall'italiana Asia Argento (che ha fatto un racconto che ha suscitato non poco scalpore in Italia, provocando centinaia di migliaia di commenti sgradevoli e insulti nei suoi confronti accusandola di “essersela cercata”). 
I protagonisti degli Oscar non sono stati quindi solo i film e gli attori ma soprattutto il coraggio di esporsi e la determinazione a riscattarsi delle donne. Ma cosa è realmente l'organizzazione Time’s Up e cosa la accomuna con la giornata della donna? Essa nasce come movimento per promuovere la parità di genere nelle case di produzione dello spettacolo e come fondo per le donne con un basso reddito da investire nelle cause giudiziarie contro gli abusi, la giornata delle donne invece è celebrazione delle conquiste sociali, economiche e politiche al femminile. È imperativo dunque per le donne imparare ad aiutarsi, a comprendersi e a valorizzarsi a vicenda e il discorso di Frances McDormand ha finalmente mostrato che può e deve esserci solidarietà. (Matilde Stampa)