Cesenatico

E' morto Emilio Pericoli, leggendaria voce degli anni Sessanta

Nel 1963 vinse Sanremo con “Uno per tutte". Con Tony Renis lanciò "Quando quando quando"

E' morto Emilio Pericoli, leggendaria voce degli anni Sessanta

Uno dei dischi di Emilio Pericoli

| Altro
N. Commenti 0

09/aprile/2013 - h. 19.02

CESENA - Il cantante Emilio Pericoli è morto a 85 anni all'hospice di Savignano sul Rubicone, in Romagna. In coppia con Tony Renis vinse il festival di Sanremo nel '63 con 'Uno per tutte'; l'anno precedente sempre con Renis aveva partecipato con 'Quando quando quando'. Dopo la scomparsa di Giorgio Consolini era il più anziano tra i vincitori del festival. Negli anni '60 aveva partecipato alla serie tv 'Studio Uno' con Mina e le gemelle Kessler; nel 2011 fu ospite di Carlo Conti a 'I migliori anni'.

Cesenaticense doc, nato appunto il 7 gennaio 1928, Pericoli è  una delle voci più popolari degli anni ’60-’70. Proprio nei primi anni ’60 partecipa alla serie televisiva “Studio Uno” con Mina, le Kessler ed altri grandi artisti. E’ in quell’occasione che la Warner Bros lo adocchia e gli propone una parte nel film “Rome Adventure”, con Rossano Brazzi, Angie Dickinson, Troy Donahue e Susanne Pleshette. In questa pellicola oltre che come attore, si esibisce come cantante con la canzone “Al di là”.

Grande successo, milioni di dischi
venduti in tutto il mondo, primo posto nella hit parade americana, grande popolarità, tanto da apparire su tutti i giornali d’America del Nord e del Sud con l’appellativo di “Mister al di là”. Poi trasferimento e casa a New York e grandi scritture nei locali più prestigiosi del mondo. Nel frattempo partecipa a tre Festival di Sanremo lanciando con Tony Renis la canzone “Quando, quando, quando” (1962). L’anno dopo vince Sanremo con “Uno per tutte”, sempre in coppia con Tony Renis e la Rai lo manda a Londra al Festival in Eurovisione, dove per la prima volta l’Italia si piazza al terzo posto. Anche lui, al pari di Focaccia, leggenda vivente in tutto il mondo, ma pressochè ignorato nella sua Cesenatico.