Valmarecchia

Motociclisti scoperti a gareggiare al passo di Viamaggio

Salata sanzione e patente addio per due centauri riminesi 40enni. Malumore in rete per gli accertamenti sull’Appennino da parte della Forestale

Motociclisti scoperti a gareggiare al passo di Viamaggio
| Altro
N. Commenti 0

21/agosto/2013 - h. 09.00

VALMARECCHIA - Anche le curve della strada Marecchiese che portano al passo di Viamaggio, e in particolare i motociclisti che lo frequentano, sono stati oggetto di controlli stradali da parte della forestale di Arezzo. Domenica scorsa il Nos di Arezzo ha infatti sanzionato due centauri riminesi quarantenni: oltre 400 euro di verbale, patente ritirata e 15 punti in meno per ciascuno.

I due, secondo gli uomini della Forestale, stavano “duellando” in moto nel tratto fra Novafeltria e Viamaggio, per questo le divise hanno inviato la safety car, vicino a Badia Tedalda. Il motivo, spiegano dalla forestale di Arezzo: “per fermarli in sicurezza perché in queste situazioni l’intimazione dell’alt all’improvviso può provocare azioni istintive che possono dar origine a movimenti bruschi pericolosissimi per la stabilità di guida di un motociclo in corsa. Così come l’azionamento dei dispositivi di emergenza (sirena e lampeggiante) talvolta possono ottenere nel motociclista in fuga l’effetto contrario di quello voluto ossia panico e incentivo a scappare. Pertanto ad oggi l’inseguimento discreto e in sicurezza resta la soluzione più idonea”.

I due in moto, spiegano dalla Forestale, hanno sorpassato l’auto in prossimità di una curva, per poi essere intercettati, e fermati, all’altezza degli autovelox di Pennabilli, dove hanno rallentato. Questa la contestazione della forestale, anche se simili controlli, in particolare con le auto civetta o “safety car”, sono stati contestati dai centauri sia sui social network che sulla stampa, contestazioni riportate poi dal Cim, Coordinamento italiano motociclisti, che ha chiesto lumi sulle segnalazioni di alcuni centauri contro le multe sul passo del Muraglione. (c.r.)