Riccione

Arrestato per maltrattamenti, torna a casa e ricomincia

Disoccupato 45enne di nuovo in carcere a meno di due mesi dall'ultimo arresto

Arrestato per maltrattamenti, torna a casa e ricomincia
| Altro
N. Commenti 0

22/aprile/2014 - h. 17.43

RICCIONE - Sabato sera i carabinieri di Riccione, al culmine di una mirata attività investigativa, hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia un 45enne del posto, disoccupato, e già tratto in arresto in flagranza di reato lo scorso 27 febbraio per il medesimo reato. In quell’occasione aveva infatti procurato alla madre la frattura delle ossa nasali.

I maltrattamenti verso la 67enne madre pensionata andavano avanti da circa due anni. In particolare la donna, ed a volte anche il marito di qualche anno più anziano di lei, sarebbe stata ripetutamente picchiata, ingiuriata, e spesso, con il marito, fatti oggetti di dispetti da parte del figlio. In particolare, quest’ultimo, le avrebbe persino cancellato la rubrica del cellulare per non permetterle più di contattare nessuno, le avrebbe nascosto le chiavi di casa non permettendole così di chiudere la porta, e avrebbe danneggiato mobili di casa, piatti e bicchieri, mentre al padre avrebbe bucato le ruote della bicicletta e in un’occasione gli avrebbe anche puntato alla nuca un coltello da cucina. Comportamenti che avrebbero reso ai genitori la vita impossibile, facendoli vivere di conseguenza in un perdurante e forte stato di ansia e depressione. 

La donna, avendo visto che il figlio appena ritornato a casa dopo l’arresto non aveva cambiato comunque il suo rapporto morboso con la sua famiglia, al punto di spingerlo ad essere violento per qualsiasi banalità, si è recata dai carabinieri ad inizio marzo denunciando tutti gli episodi, che la facevano vivere nella quotidiana paura di essere picchiata e maltrattata. Il 45enne attualmente si trova ristretto presso la casa circondariale di Rimini a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.