Rimini

Insultava e picchiava la moglie: arrestato 31enne cubano

I due si sono conosciuti e sposati nel paese di lui per poi andare a vivere in Provincia, ma subito erano cominciati i maltrattamenti

Insultava e picchiava la moglie: arrestato 31enne cubano
| Altro
N. Commenti 0

27/maggio/2014 - h. 16.28

RIMINI - Gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Rimini ieri mattina hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale Rimini nei confronti di un cubano di 31 anni. L'uomo è ritenuto responsabile di maltrattamenti ai danni della giovane moglie italiana. 

I due, dopo essersi conosciuti e sposati a Cuba, sono tornati in Italia, fissando la loro residenza familiare in provincia di Rimini. Dopo pochi mesi di convivenza, però, il 31enne avrebbe iniziato a tenere un comportamento aggressivo e umiliante nei confronti della donna. Sin dal 2010, infatti, l’uomo - per motivi irrisori e vili e a volte a causa dello stato di alterazione dovuto alle sostanze alcoliche - sarebbe stato solito insultarla e deriderla, usando nei suoi confronti espressioni ingiuriose, giungendo perfino ad aggredirla fisicamente, percuotendola con schiaffi al volto. 

La donna, per sfuggire alle violenze e al dover corrispondergli delle somme di denaro, sarebbe stata pure costretta ad abbandonare l’abitazione nella quale convivevano per ritornare a casa dei propri genitori. Inoltre l'uomo, in maniera plateale, avrebbe anche portato l'amante a casa. La situazione si sarebbe poi ulteriormente aggravata con il passare del tempo: in altre occasioni infatti l’uomo, anche in presenza delle amiche della donna, avrebbe picchiato e insultato la moglie per motivi di gelosia, obbligandola a consumare dei rapporti sessuali. L’arrestato è stato associato presso la locale Casa circondariale e dovrà ora rispondere di maltrattamenti in famiglia, nonché di violenza sessuale e di lesioni personali aggravate.