Rimini

Impiegato delle poste intascava i soldi della raccomandate ma non le spediva: condannato

Tre anni ad un impiegato cinquantenne. Il caso risale al 2013, la procura aveva chiesto quattro anni e mezzo

Impiegato delle poste intascava i soldi della raccomandate ma non le spediva: condannato
| Altro
N. Commenti 0

19/gennaio/2018 - h. 12.30

RIMINI - Un impiegato delle poste, cinquantenne, è stato condannato dal tribunale di Rimini a tre anni per peculato. Secondo l'accusa intascava i soldi delle raccomandate ma non le spediva. La cifra incassata, secondo l'accusa, non è un granché 2.500 euro ma abbastanza per un'imputazione in tribunale. Gli episodi risalgono nel 2013 in un ufficio postale della città. Il caso è scoppiato quando i "disguidi" postali sono cominciati a diventare troppi e non giustificabili ed è partita la denuncia. Oltre ai tre anni di condanna per l'uomo c'è anche l'interdizione perpetua dai pubblici uffici.