Ravenna

Nuovo orario dei treni, il punto in Regione: "Dopo le feste correttivi"

Intanto Legambiente attacca: "Sulla Ravenna-Castel Bolognese tempi di percorrenza immutati rispetto al 1961"

Nuovo orario dei treni, il punto in Regione: "Dopo le feste correttivi"
| Altro
N. Commenti 0

22/dicembre/2018 - h. 20.33

BOLOGNA - Continua il dibattito attorno al nuovo orario regionale dei treni. Si è tenuto nel pomeriggio di venedì in Regione un nuovo incontro del "tavolo di confronto" sul nuovo orario dei treni e sulle esigenze emerse dal territorio, tra la Regione Emilia-Romagna, la Provincia di Ravenna, Trenitalia e Ferrovie Emilia-Romagna; presenti l’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini, il presidente della Provincia di Ravenna Michele de Pascale, il consigliere provinciale delegato alla Viabilità e ai Trasporti Nicola Pasi, il sindaco di Lugo Davide Ranalli, il sindaco di Russi Sergio Retini e il consigliere delegato ai trasporti del Comune di Cervia Claudio Lunedei.

Scrive la Provincia: "L'incontro è stato positivo, la Regione ha offerto la massima disponibilità a rispondere concretamente alle esigenze del territorio. Il tavolo tecnico continuerà a lavorare nei prossimi giorni per introdurre, dopo le festività, correttivi che possano consentire di offrire una soluzione alle situazioni più critiche, ma con l'obiettivo principale, condiviso tra territorio e Regione, di mantenere un servizio capillare tra Ravenna e Bologna via Lugo e, parallelamente avere collegamenti veloci".

Intanto nella giornata di oggi una nota di Legambiente fa notare come il tempo di percorrenza tra Ravenna e Castel Bolognese sia rimasto sostanzialmente immutato dal 1961 ad oggi: "A proposito di vecchi orari, abbiamo voluto verificare come sono cambiati i tempi di percorrenza nel corso degli anni - ha dichiarato Yuri Rambelli, Presidente del circolo Legambiente Cederna - e la sorpresa è che in realtà in quasi sessant'anni sembra essere cambiato ben poco”. 

Esaminando infatti un vecchio orario ferroviario del 1961 "si può scoprire come già allora ci fossero treni che riuscivano a coprire la distanza tra Ravenna e Castelbolognese negli stessi tempi di oggi. Ad esempio l'accelerato ET407 in partenza da Ravenna alle 8:29 arrivava a Castelbolognese in 41 minuti come oggi, con la differenza però che fermava anche a Godo. In alcuni casi ci mettevano qualche minuto in più (spesso per aspettare qualche coincidenza nella stazione di Lugo); in alcuni casi addirittura qualche minuto in meno: ad esempio l'accelerato delle 21:44 che arrivava a Castelbolognese in soli 39 minuti, saltando la sola fermata di Barbiano". Certo, oggi i treni sono di più, ma il dato dovrà comunque far riflettere le istituzioni.