Eventi

Per San Valentino torna 'One billion rising'

Anche la Romagna aderisce alla campagna ed organizza flash mob di protesta contro la violenza sulle donne

Per San Valentino torna 'One billion rising'
| Altro
N. Commenti 0

13/febbraio/2014 - h. 12.54

ROMAGNA - Dopo il successo dell’anno scorso, torna il 14 febbraio il “One billion rising”, flash mob promosso a livello mondiale contro ogni tipo di violenza sulle donne e quest’anno dedicato in particolare al tema della giustizia. Anche i comuni della Romagna aderiscono, organizzando iniziative a livello locale per il giorno di San Valentino.

A Ravenna domani sono previsti due momenti: alle 11 nella centralissima piazza del Popolo; e alle 17 al centro commerciale Esp. Il primo, quello in piazza del Popolo con le scuole, è stato organizzato per ballare sulla musica di “Break the chain”, raccogliere le testimonianze e le storie di donne e ragazze che vogliono esprimere la loro esperienza, anche indiretta, con la violenza e dire, scrivere, immaginare, condividere un’idea: “La giustizia secondo me e’…”. Con il secondo flash mob delle 17 all’Esp si darà vita a una parata carica di energia per chiedere la fine della violenza su questo pianeta. Si danzerà ancora insieme alle immagini di Obr nel mondo proiettate sul maxischermo messo a disposizione dal centro.
Il comitato “One Billion Rising 2014 Per la Giustizia” a Ravenna fa riferimento all’associazione Liberedonne-Casa delle Donne di via Maggiore, 120. Al momento hanno aderito: assessorato Politiche e cultura di genere, Linea Rosa, Fidapa, Udi, Fmp,  Coord. donne Spi e Rete donne Cgil, Fondazione Gentes de Yilania, Rete Intrecci E.R. Donne Native e Migranti Insieme, Liceo classico D. Alighieri, It Olivetti-Callegari, Itis N. Baldini, centro comm. Esp, palestra La Torre, romagnamamamma.it, Radio Studio Delta, Radio Kaos, Officina della Musica, Wait For Sound, gruppi teatro Le Rivoluzionarie, Pochimabuoni, Elastica, Stonature, liceo artistico Nervi-Severini, Accademia delle Belle Arti.

L’Amministrazione Comunale di Massa Lombarda aderisce all’iniziativa internazionale “One Billion Rising” e patrocina l’UDI - Unione donne in Italia che organizza per domani, venerdì 14 febbraio, una danza in piazza Matteotti “per scuotere l’intero pianeta affinché questa cultura si possa trasformare, da subito, verso un cambio di paradigma”. All’evento, che si terrà alle 15.30, è invitata tutta la cittadinanza, donne e uomini, vestiti di rosso e nero.

A Rimini il ritrovo per il flash mob è per le 18 in piazza Cavour.

Anche a Cesena si ballerà per la giustizia, nella consapevolezza che per porre fine alla violenza contro le donne è indispensabile una giustizia giusta, equa e che funziona.
Dopo la grande adesione dello scorso anno, torna anche nel 2014 il flash mob planetario con il quale si invitano donne e uomini di ogni nazione, fede e credo politico a danzare contro ogni forma di violenza di genere sulle note della canzone "Break the chain". Il titolo di quest’anno è “One billion rising for justice”, proprio perché si porrà l’accento sulla questione della giustizia per tutte le donne sopravvissute alla violenza di genere e sui metodi per porre fine alla dilagante impunità che prevale a livello globale.
L’appuntamento a Cesena è per le ore 18.30 del 14 febbraio al Centro Montefiore, dove il flash mob si svolgerà per iniziativa dell’assessorato Politiche delle Differenze di Cesena,  del Forum delle Donne, della Casa delle Donne e con il coordinamento di Cinzia Rustignoli dell’associazione La Corte delle Arti.

A Imola l'appuntamento è per venerdì alle 18 in piazza Matteotti. "L'anno scorso a Imola erano 500 le persone presenti in piazza; quest'anno vogliamo replicare per raccontare che cosa vivono le donne, italiane e migranti, che subiscono violenza, quali ostacoli istituzionali incontrano quando vogliono lottare per chiedere giustizia". Così l'associazione Trama di Terre Aps annuncia il ritorno del flash mob. "In Italia e nel mondo il 14 febbraio 2013 è stato un punto di non ritorno per chiunque lotti per mettere fine alla violenza maschile sulle donne - sottolineano da Trama di Terre -. Più di 300mila persone hanno infatti deciso di trasformare il giorno di San Valentino in una giornata di mobilitazione e di impegno civile in difesa di tutte le donne sfruttate, discriminate, violate sulla faccia della terra. Come l'anno scorso anche quest'anno la campagna One Billion Rising (Un miliardo si solleva) non si ferma e ci si ritroverà nelle piazze".


UN VIDEO PER IL PRIMO FLASH MOB

Il 19 gennaio prossimo il documentario ufficiale "One Billion Rising" sarà proiettato al Sundance Festival, il festival del cinema indipendente fondato da Robert Redford, storico supporter di One Billion Rising!
Un documentario che in 9 minuti e 10 secondi racconta cos'è successo nel mondo il 14 febbraio 2013 per fermare la violenza contro le donne, le bambine e le ragazze del mondo... nel mondo e anche a Rimini.

“Sapere che tra le immagini del video
che racconta la straordinaria iniziativa mondiale di One Bilion Rising dello scorso anno ci saranno anche alcuni fotogrammi della manifestazione riminese - ha detto l’assessore alle politiche di genere Nadia Rossi alla notizia – è una soddisfazione immensa. Non solo per noi, che come Comune di Rimini aderimmo all’iniziativa mondiale lo scorso 14 febbraio promuovendo il flashmob che si tenne al centro commerciale Le Befane, ma per le tante donne, uomini, ragazzi e ragazze che, senza appartenere ad organizzazioni politiche o partitiche, ballarono in nome della consapevolezza e della solidarietà.
Un impegno comune per fermare in ogni modo e con ogni mezzo non violento, il perpetrarsi della strage in atto nel nostro pianeta, che siamo pronti, anche quest’anno, a riconfermare”.

One Billion Rising from V-Day Until the Violence Stops on Vimeo.