Cinema

I 70 anni di Catherine Spaak

Negli anni ’60 icona cinematografica con personaggi d’adolescenti “spregiudicate”, poi la tv con “Harem” e fiction

I 70 anni di Catherine Spaak
| Altro
N. Commenti 0

04/aprile/2015 - h. 16.37

Catherine Spaak ieri ha compito 70 anni. Nata da una famiglia che comprendeva uno zio primo ministro belga, Paul-Henri Spaak, socialista e un padre regista, Charles Spaak, morto nel 1975, da giovane scelse di fare l’attrice come sua madre, la francese Claudie Clèves. Da lì inizia il corso del suo lungo percorso cinematografico che la fa diventare un’icona di quegli anni ’60, interpretando per lo più i personaggi femminili d’adolescenti irrequiete e “spregiudicate”, come lei stessa oggi le definisce, con alcuni dei più grandi registi del cinema italiano: da Luciano Salce ("La voglia matta") a Nanni Loy ("Made in Italy"), da Luigi Comencini ("La bugiarda") a Damiano Damiani (“La noia”), da Mario Monicelli ("L'armata Brancaleone") a Dino Risi ("Il sorpasso"), lavorando al fianco con i celebri attori Vittorio Gassman, Marcello Mastroianni, Alberto Sordi, Jean Louis Trintignant, Gian Maria Volonté.

Da metà anni 80 il suo orizzonte è diventato principalmente quello televisivo, diradando gli impegni con i set cinematografici. E così è arrivato "Forum", di cui è stata la prima conduttrice, e poi il talk: "Harem", per l'appunto, condotto per 14 anni, e poi molte fiction, da "E non se ne vogliono andare!" a "Un medico in famiglia". Anche la sua vita privata è finita spesso all'onore delle cronache: quattro matrimoni, il primo nel 1963, giovanissima, durato pochi mesi con Fabrizio Capucci. Il secondo il più celebre, con Johnny Dorelli, durato 15 anni, dal quale ha avuto un figlio. Nel 1993 arrivano le terze nozze con l'architetto Daniel Rey, durate 17 anni. E ora felice compagna di Vladimiro Tuselli, di 18 anni più giovane di lei e con cui è convolata due anni fa.

Negli anni, oltre a recitare e condurre, ha anche scritto quattro libri con Mondadori (e uno con Bompiani). Recentemente è stata tra i concorrenti di “Ballando con le stelle” e della decima edizione de “L’Isola dei Famosi”, che ha subito deciso di abbandonare.