Arte contemporanea

“Contemporanea”, 20 anni di arte in fiera

Il gigantesco elefante di Marco Lodola dà il benvenuto ai visitatori da oggi a lunedì a Forlì

“Contemporanea”, 20 anni di arte in fiera

“Le Cirque”, Marco Lodola

| Altro
N. Commenti 0

04/novembre/2016 - h. 11.42

Sarà un elefante alto quasi 9 metri da 550 chilogrammi, “Le Cirque”, installato
davanti all’ingresso della fiera in via Punta di Ferro a dare il benvenuto ai visitatori nel ventennale di “Arte Forlì Contemporanea”. Si tratta di un’opera di Marco Lodola, l’artista noto per le sue luminose sculture, che ha fatto un grande regalo a Romagna Fiere portando a Forlì la sua ultima, imponente, creazione realizzata come scenografia dello spettacolo del tenore Andrea Bocelli al Teatro del Silenzio n provincia di Pisa. Quando tramonta il sole,
l’elefante emana tutta la sua bellezza attraverso i fasci luminosi che lo rendono straordinariamente potente ed evocativo.
Quest’opera e la mostra tutta dedicata a Marco Lodola e Giovanna Fra, “Lo Do La Fra”, titolo coniato da Vittorio Sgarbi, precisa Bruno Baglivo, direttore di
Mirabili Arte d’Abitare che l’ha curata, sono soltanto uno degli eventi speciali di questa ventesima edizione che va in scena da oggi a lunedì 7 novembre: per quattro giorni la Fiera di Forlì si trasforma in una grande galleria per la mostra-mercato d’arte moderna e contemporanea ospitando le proposte di oltre 60 tra le più importanti Gallerie di tutta Italia. 
Nell’edizione 2015 sono stati significativi i dati di vendita riscontrati ad “Arte
Forlì Contemporanea”, segno che la fiera di Forlì è diventata luogo di incontro consolidato anche per i collezionisti più esigenti. Tra gli eventi collaterali che rendono ancora più piacevole il passeggio tra gli stand dei galleristi, c’è l’omaggio a Tano Festa, fotografo e poliedrico artista scomparso nel 1988 a soli 50 anni, con una ventina di opere in mostra. Ancora si potranno ammirare sculture e disegni, per lo più in bronzo, incentrate su figure femminili, di Mario Bertozzi, autorevole decano dell’arte romagnola. 
Infine, “Spazio allo spazio”, la mostra curata da Oscar Dominguez che quest’anno porta alla ribalta le opere di Ana Hillar, Carlo Cavina, Silvia Granata, Paolo Poni, Ilario Sirri, più Erich Turroni, Claudio Ballestracci, Elena Fregni, Bruno Fronteddu e Matteo Lucca. La fiera si apre oggi con l“Solidale di-vino” (alle 20), l’asta di vini con etichette-oepre d’arte battuta da Piergiuseppe Bertaccini, in arte Sgabanaza il cui ricavato andrà alla Fondazione Opera Don Pippo, a Lvia Forlì nel Mondo e alla Cooperativa
Equamente. ‘Contemporanea’ è aperta oggi, 17-19.30; sabato e domenica 10 - 19.30; lunedì 10 -13. Biglietto: 10 euro; ridotto 5. Domenica è attesa l’ormai tradizionale “incursione” di Vittorio Sgarbi. 
(Ma. Ne.)
Sarà un elefante alto quasi 9 metri da 550 chilogrammi, “Le Cirque”, installatodavanti all’ingresso della fiera in via Punta di Ferro a dare il benvenuto ai visitatori nel ventennale di “Arte Forlì Contemporanea”. Si tratta di un’opera di Marco Lodola, l’artista noto per le sue luminose sculture, che ha fatto un grande regalo a Romagna Fiere portando a Forlì la sua ultima, imponente, creazione realizzata come scenografia dello spettacolo del tenore Andrea Bocelli al Teatro del Silenzio in provincia di Pisa. Quando tramonta il sole, l’elefante emana tutta la sua bellezza attraverso i fasci luminosi che lo rendono straordinariamente potente ed evocativo.

Quest’opera e la mostra tutta dedicata a Marco Lodola e Giovanna Fra, “Lo Do La Fra”, titolo coniato da Vittorio Sgarbi, precisa Bruno Baglivo, direttore di Mirabili Arte d’Abitare che l’ha curata, sono soltanto uno degli eventi speciali di questa ventesima edizione che va in scena da oggi a lunedì 7 novembre: per quattro giorni la Fiera di Forlì si trasforma in una grande galleria per la mostra-mercato d’arte moderna e contemporanea ospitando le proposte di oltre 60 tra le più importanti Gallerie di tutta Italia. 

Nell’edizione 2015 sono stati significativi i dati di vendita riscontrati ad “ArteForlì Contemporanea”, segno che la fiera di Forlì è diventata luogo di incontro consolidato anche per i collezionisti più esigenti. Tra gli eventi collaterali che rendono ancora più piacevole il passeggio tra gli stand dei galleristi, c’è l’omaggio a Tano Festa, fotografo e poliedrico artista scomparso nel 1988 a soli 50 anni, con una ventina di opere in mostra. Ancora si potranno ammirare sculture e disegni, per lo più in bronzo, incentrate su figure femminili, di Mario Bertozzi, autorevole decano dell’arte romagnola. 

Infine, “Spazio allo spazio”, la mostra curata da Oscar Dominguez che quest’anno porta alla ribalta le opere di Ana Hillar, Carlo Cavina, Silvia Granata, Paolo Poni, Ilario Sirri, più Erich Turroni, Claudio Ballestracci, Elena Fregni, Bruno Fronteddu e Matteo Lucca. La fiera si apre oggi con l“Solidale di-vino” (alle 20), l’asta di vini con etichette-oepre d’arte battuta da Piergiuseppe Bertaccini, in arte Sgabanaza il cui ricavato andrà alla Fondazione Opera Don Pippo, a Lvia Forlì nel Mondo e alla Cooperativa Equamente. ‘Contemporanea’ è aperta oggi, 17-19.30; sabato e domenica 10 - 19.30; lunedì 10 -13. Biglietto: 10 euro; ridotto 5. Domenica è attesa l’ormai tradizionale “incursione” di Vittorio Sgarbi. 

(Ma. Ne.)