Roma

I gioielli di Ravenna incantano al "Il Museo Universale"

Dal sogno di Napoleone a Canova alle Scuderie del Quirinale grande protagonista Guidarello Guidarelli

I gioielli di Ravenna incantano al "Il Museo Universale"
| Altro
N. Commenti 0

15/dicembre/2016 - h. 19.25

Alla presenza del Ministro Dario Franceschini oggi alle ore 19.00 a Roma presso le Scuderie del Quirinale, ha inaugurato la mostra Il Museo universale. Dal sogno di Napoleone a Canova ideata da Carolina Brook, Valter Curzi e Claudio Parisi Presicce realizzata in stretta collaborazione con i Musei Capitolini e i Musei Vaticani. 
Tra i capolavori presenti di grande risalto le opere che provengono da Ravenna. Dal Museo d'Arte della città, infatti, sono arrivati in prestito la Madonna con il Bambino in trono fra i santi Tommaso d’Aquino, Maria Maddalena, Caterina d’Alessandria e Giovanni Battista di Nicolò Rondinelli, restaurata mediante i finanziati dalle Scuderie stesse in occasione della mostra, e le due tavolette con l’Annunciazione di Taddeo di Bartolo. Grande protagonista dell'esposizione la lastra funebre di Guidarello Guidarelli - il monumento sepolcrale commissionato dagli eredi Rasponi Dal Sale a Tullio Lombardo- che ha catalizzato l'attenzione dei numerosi e autorevoli ospiti con il suo fascino senza tempo.
I gioielli di Ravenna rimarranno in esposizione a Roma fino al 12 marzo 2017
Alla presenza del Ministro Dario Franceschini oggi alle ore 19.00 a Roma presso le Scuderie del Quirinale, ha inaugurato la mostra Il Museo universale. Dal sogno di Napoleone a Canova ideata da Carolina Brook, Valter Curzi e Claudio Parisi Presicce realizzata in stretta collaborazione con i Musei Capitolini e i Musei Vaticani. 

Tra i capolavori presenti di grande risalto le opere che provengono da Ravenna. Dal Museo d'Arte della città, infatti, sono arrivati in prestito la Madonna con il Bambino in trono fra i santi Tommaso d’Aquino, Maria Maddalena, Caterina d’Alessandria e Giovanni Battista di Nicolò Rondinelli, restaurata mediante i finanziati dalle Scuderie stesse in occasione della mostra, e le due tavolette con l’Annunciazione di Taddeo di Bartolo. Grande protagonista dell'esposizione la lastra funebre di Guidarello Guidarelli - il monumento sepolcrale commissionato dagli eredi Rasponi Dal Sale a Tullio Lombardo- che ha catalizzato l'attenzione dei numerosi e autorevoli ospiti con il suo fascino senza tempo.

I gioielli di Ravenna rimarranno in esposizione a Roma fino al 12 marzo 2017.