Opera

Riccardo Muti, dell’Italian Opera Academy 2017

"Aida" al Teatro Alighieri di Ravenna, dal 1 al 14 settembre. Si può partecipare come uditore

Riccardo Muti, dell’Italian Opera Academy 2017
| Altro
N. Commenti 0

31/agosto/2017 - h. 02.46

Quasi una bottega rinascimentale dove, attraverso un intenso studio, i segreti della costruzione musicale passano dal maestro all’allievo, fino al traguardo dell’interpretazione: questo lo spirito dell’Italian Opera Academy, fondata da Riccardo Muti e oggi baricentro di quell’attenzione per la formazione musicale delle nuove generazioni che da sempre è un punto fermo della sua attività. 
Non a caso, dopo l’Aida cuore del Festival di Salisburgo di quest’anno, Muti porta il capolavoro di Verdi a Ravenna, perché sia anche il cuore della sua Accademia. E il banco di prova per gli allievi - direttori d’orchestra e maestri collaboratori - selezionati fra centinaia di domande giunte anche quest’anno dai quattro angoli del mondo… e dalle scuole più prestigiose. 
Al Teatro Alighieri, dal 1 al 14 settembre, il percorso si sviluppa dalla presentazione dell’opera al pianoforte fino all’esecuzione finale in forma di concerto, per due settimane ricche di prove di sala, di lettura, d’assieme; tutte aperte al pubblico, perché l’Accademia è anche una preziosa occasione per tutti gli appassionati: quella di poter assistere dal vivo alla costruzione di un’opera. Sul sito www.riccardomuti.com le informazioni per partecipare come uditore, pubblico o sostenitore.
Il programma 2017 si aprirà venerdì 1 settembre, ore 18 al Teatro Alighieri, con Riccardo Muti che presenta l’opera agli allievi selezionati, agli uditori e agli studenti delle scuole di Ravenna. Un appuntamento speciale per il quale 50 posti saranno offerti gratuitamente al pubblico grazie all’importante contributo degli sponsor che sostengono il progetto dell’Accademia. I pass che consentono l’accesso alla presentazione potranno essere richiesti, uno per persona e fino ad esaurimento, a partire dalle ore 15 di giovedì 31 agosto dalla pagina facebook del Teatro Alighieri.
Quasi una bottega rinascimentale dove, attraverso un intenso studio, i segreti della costruzione musicale passano dal maestro all’allievo, fino al traguardo dell’interpretazione: questo lo spirito dell’Italian Opera Academy, fondata da Riccardo Muti e oggi baricentro di quell’attenzione per la formazione musicale delle nuove generazioni che da sempre è un punto fermo della sua attività. 

Non a caso, dopo l’Aida cuore del Festival di Salisburgo di quest’anno, Muti porta il capolavoro di Verdi a Ravenna, perché sia anche il cuore della sua Accademia. E il banco di prova per gli allievi - direttori d’orchestra e maestri collaboratori - selezionati fra centinaia di domande giunte anche quest’anno dai quattro angoli del mondo… e dalle scuole più prestigiose. 

Al Teatro Alighieri, dal 1 al 14 settembre, il percorso si sviluppa dalla presentazione dell’opera al pianoforte fino all’esecuzione finale in forma di concerto, per due settimane ricche di prove di sala, di lettura, d’assieme; tutte aperte al pubblico, perché l’Accademia è anche una preziosa occasione per tutti gli appassionati: quella di poter assistere dal vivo alla costruzione di un’opera. Sul sito www.riccardomuti.com le informazioni per partecipare come uditore, pubblico o sostenitore.

Il programma 2017 si aprirà venerdì 1 settembre, ore 18 al Teatro Alighieri, con Riccardo Muti che presenta l’opera agli allievi selezionati, agli uditori e agli studenti delle scuole di Ravenna. Un appuntamento speciale per il quale 50 posti saranno offerti gratuitamente al pubblico grazie all’importante contributo degli sponsor che sostengono il progetto dell’Accademia. I pass che consentono l’accesso alla presentazione potranno essere richiesti, uno per persona e fino ad esaurimento, a partire dalle ore 15 di giovedì 31 agosto dalla pagina facebook del Teatro Alighieri.