Mostra

Rivoluzionari del 900 prorogata di due settimane

La mostra che vede come protagonisti Duchamp, Magritte e Dalì ha avuto una proroga fino al 25 febbraio

Rivoluzionari del 900 prorogata di due settimane
| Altro
N. Commenti 0

30/gennaio/2018 - h. 10.53

Chi vorrà vedere l'arte dei "rivoluzionari del Novecento" a Bologna avrà due settimane extra. Il termine è infatti slittato al 25 febbraio. L'esposizione è dedicati ai nomi dell'arte che hanno rivoluzionato il Novecento: Duchamp, Magritte, Dalì, Ernst, Tanguy, Man Ray, Calder, Picabia e molti altri, per raccontare un periodo di creatività geniale e straordinaria. 
La determinazione a rivoluzionare l'arte, a rompere con il passato e inventare un mondo nuovo, è raccontata con ricchezza narrativa: sono 180 le opere provenienti dall'Israel Museum di Gerusalemme, che ha svuotato oltre mille metri quadrati di percorso espositivo mettendo a disposizione le proprie collezioni. L'allestimento è dell'architetto Oscar Tusquets Blanca, che ha ricostruito la sala di Mae West di Dalì e l'installazione 1,200 Sacks of Coal ideata da Duchamp per l'Exposition Internationale du Surréalisme del 1938. La mostra è curata da Adina Kamien-Kazhdan, Senior Curator of Modern Art at The Israel Museum.