Mostra

Le fotografie di Pio De Rose raccontano l'Italia ferita

Alluvioni, frane, terremoti: scatti in biancore per documentare quello che resta dopo

Le fotografie di Pio De Rose raccontano l'Italia ferita
| Altro
N. Commenti 0

05/aprile/2018 - h. 11.50

RAVENNA - Nuovo appuntamento per la rassegna Camera Work con l'apertura della mostra dedicata all'artista genovese Pio De Rose, classificato al secondo posto nella public call per giovani fotografi dal tema “Quaderni di viaggio”. Con un lavoro di altissimo valore tecnico composto da una trentina di scatti in bianco e nero, Pio De Rose si presenta a Ravenna con la personale intitolata “Dei Paesi”, in mostra nello spazio espositivo PR2 da venerdì 6 a domenica 22 aprile, visitabile dal giovedì alla domenica dalle 15 alle 19, il sabato e la domenica anche dalle 10 alle 13.  
L'artista ha voluto documentare in un accuratissimo lavoro fotogiornalistico alcuni luoghi abbandonati dopo il danno della calamità naturale. In un lungo viaggio da nord a sud De Rose visita l'Italia ferita da terremoti, frane, alluvioni, documenta luoghi dimenticati e offesi che, in alcuni casi, hanno saputo trovare una nuova vita e una rinnovata interpretazione di loro stessi e dell'abbandono subito. “Dei Paesi – afferma l'autore - è un viaggio attraverso alcune di quelle terre che in passato sono state o evacuate per prevenire una catastrofe naturale ormai imminente o abbandonate in seguito al verificarsi di simili disastri. Invece di registrare le convulsioni degli elementi nel loro accadere, ho cercato di creare una serie evocativa per mostrare le conseguenze a lungo termine di analoghi eventi passati.” Il 21 aprile, in occasione della Notto d'Oro Primavera, alle 21 si svolgerà un'apertura straordinaria con un incontro con l'autore, aperitivo e musica. 
A conclusione della mostra, Camera Work si sposterà a Reggio Emilia per partecipare per il secondo anno consecutivo a Fotografia Europea. “Con grande soddisfazione abbiamo nuovamente accolto l'invito del più prestigioso festival di fotografia internazionale – dichiara l'assessora alle Politiche giovanili Valentina Morigi – per proporre una selezione dei lavori dei tre giovani talenti vincitori della nostra rassegna, certi della qualità artistica e interpretativa comune a tutti i progetti premiati. La partecipazione a Fotografia Europea attesta e riconosce inoltre l'impegno del Comune di Ravenna rivolto alla valorizzazione della giovane fotografia autoriale e più in generale alla promozione di uno dei mezzi tecnici di espressione artistica più amati dalle giovani generazioni, quale è appunto la fotografia” Al PR2 proseguono gli appuntamenti di formazione con il laboratorio di fotografia di Jessica Morelli per gli studenti delle scuole secondarie iniziato in questi giorni e il workshop di Stefano De Luigi in programma il 7 e 8 aprile. Entrambi i corsi sono gratuiti con iscrizione obbligatoria.