Ravenna

Le visioni di Fedrigoli in 20 anni del teatro di Fanny&Alexander

Inaugura al Pancotto di Gambellara la mostra del fotografo veronese su una quarantina di spettacoli della compagnia ravennate

Le visioni di Fedrigoli in 20 anni del teatro di Fanny&Alexander
| Altro
N. Commenti 0

29/novembre/2019 - h. 16.48

RAVENNA - Vent’anni di lavoro, caratterizzati da un rapporto simbiotico tra fotografia e teatro, in un nutrimento reciproco che non si è mai interrotto. Per coronare la lunga collaborazione tra il fotografo veronese Enrico Fedrigoli e la compagnia Fanny & Alexander, venerdì 29 novembre alle 18.30 all’Osteria del Pancotto di Gambellara inaugura “Sisma. 20 anni di visioni”.  La raffinatissima ricerca visiva che da sempre accompagna i percorsi e i progetti teatrali della compagnia ravennate, viene impressa in oltre 50 scatti eseguiti da Fedrigoli nel corso degli ultimi due decenni, creando un percorso espositivo attraverso 40 spettacoli messi in scena. La mostra, a ingresso gratuito, si inserisce nell’ambito di Fèsta, il festival delle arti performative curato da E-Production e sarà visibile fino all’11 gennaio 2020 negli spazi dell’osteria.


Era il 1999 quando Fedrigoli entrò in contatto con l’arte di Fanny & Alexander. Una conoscenza nata proprio durante uno spettacolo teatrale della compagnia a Verona. Ne è seguito un lavoro sulla Ravenna industriale notturna, che mise a fuoco la singolare dicotomia tra natura e industria, tra antico e moderno, insita in alcune aree della città. Da qui, la ricerca visiva di Fedrigoli si è fatta sempre più vicina al percorso della compagnia teatrale, fino a entrare con le sue visioni all’interno del processo creativo, come parte integrante della costruzione scenica.


La mostra inaugurerà venerdì 29 dalle 18.30 alle 22 con un buffet a cura dello chef. Il finissage dell’11 gennaio sarà accompagnato dal concerto con proiezioni “Mezzaluna Fertile” del NardoTrio. Il programma di Fèsta è realizzato con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, e in collaborazione con gruppo nanou, Ravenna Teatro, To Day To Dance, Rete Almagià, Notte d’Oro Off – Assessorato al Turismo.