Dai Nine Inch Nails al live al cinema. Alessandro Cortini al Sarti

Dai Nine Inch Nails al live al cinema. Alessandro Cortini al Sarti
| Altro
N. Commenti 0

19/dicembre/2019 - h. 16.08

Il musicista presenta venerdì l'ultimo lavoro "Volume Massimo". Prima Mondoriviera e Von Tesla

RAVENNA - Musicista della band statunitense Nine Inch Nails, nato in Italia e ora di stanza a Berlino, Alessandro Cortini, artista di fama internazionale, presenta il suo ultimo e acclamato progetto audiovisivo “Volume Massimo” al cinema Sarti di Cervia. L’evento, organizzato da MAGMA / MODULO 2019 in collaborazione con il Comune di Cervia, si terrà venerdì 20 dicembre al cinema Sarti di Cervia.

Con apertura porte alle 20.30, la serata sarà aperta dal live di Mondoriviera, seguito da Von Tesla alle 21.45. Alle 22.30 sul palco Alessandro Cortini.


La notorietà di Alessandro Cortini ha subito un picco quando si è unito al rivoluzionario gruppo rock industriale Nine Inch Nails. Dopo avere scritto e arrangiato elettronica per la band, è tornato più recentemente allo strumento che ha catturato la sua attenzione in gioventù, la chitarra. Durante le tournée ha incubato una serie di progetti solisti che sono saliti alla ribalta e al successo della critica. Sotto il moniker di "Sonoio", Cortini ha pubblicato una raccolta di album synth-pop che è culminata nell’uscita sulla riverita etichetta sperimentale di New York, Dais. Altri progetti lo vedono protagonista nella scena techno hardcore sotto pseudonimo di Skarn e Slumberman. L'ultimo lavoro solista di Cortini, "Volume Massimo", è un'importante continuazione dell'elettronica “dolorante” per cui è famoso. Sotto l’egida dell’etichetta indipendente Mute, “Volume Massimo” alimenta l'equilibrio tra composizione analogica e dissonanza catartica in un territorio felice.


Von Tesla è un progetto basato sulla ricerca e la decostruzione di sequenze sintetiche. Usa hardware analogico e software programmabili per indagare su tutti i diversi aspetti della musica elettronica. Lo fa da un punto di vista inaspettato usando beat e impulsi asimmetrici, creando strutture sonore intricate per mondi immaginari, musica pop per complessi algoritmi di intelligenza artificiale. “Ganzfeld” è un fenomeno di perdita di percezione causato dall'esposizione a un campo di stimolazione non strutturato e uniforme. Questa è la descrizione usata quando si parla di alterazione delle percezioni visive, perdita di profondità di campo e percezione dimensionale. Nel 2017, durante una residenza alla Biennale di Venezia per lo Studio Venezia di Xavier Veilhan, Von Tesla ha presentato le prime idee per cercare di ottenere un effetto simile attraverso l'uso di più livelli di musica elettronica, con ritmi multiforma in strati di melodie discordanti. Il risultato è il mastodontico doppio album "Ganzfeld", 133 minuti di musica che dimostra come Von Tesla sia in grado di progettare un'atmosfera alienante e futuristica, portando sempre l'ascoltatore in territori elettronici sconosciuti di caos interpretativo pieno di un'estetica ultraterrena.


Mondoriviera è una colonna sonora di variabili scenari in avventure virtuali. Campioni bizzarri e sequenze melodiche spietate. L'uso di campioni e strumenti virtuali caratterizzano il suono, simile ad un videogame cinese.