Ravenna

Sisma, la mostra di Fedrigoli sui 20 anni di Fanny&Alexander chiude con il live del NardoTrio

Concerto e proiezione sabato 11 al Pancotto di Gambellara

| Altro
N. Commenti 0

11/gennaio/2020 - h. 11.30

RAVENNA - In occasione del Finissage della mostra SISMA di Enrico Fedrigoli, allestita presso l'Osteria del Pancotto di Gambellara per i vent'anni di collaborazione tra il fotografo veronese e la compagnia ravennate Fanny & Alexander viene presentato il concerto con proiezioni intitolato "Mezzaluna fertile, musica dal medio oriente e oltre".


Il NardoTrio, gruppo musicale veronese composto da Dario Righetti (fisarmonica e canto), Cristina Ribul Moro (chitarra, bouzouki  e canto) e Roberto Baba Alberti (batteria e percussioni), ama ricercare e arrangiare musiche etniche di diversa provenienza. Per questo gruppo la musica vuol dire anche promuovere la conoscenza di altre tradizioni, promuovere la pace e il dialogo. Il progetto musicale dal titolo Mezzaluna fertile-Musiche dal Medio Oriente e oltre, propone un viaggio che dai Balcani conduce alla scoperta di musiche della tradizione Greca, Armena, Curda e Palestinese. Il concerto è accompagnato dalle suggestive foto di Enrico Fedrigoli. Il connubio tra musica, immagini e testi, trasporterà attraverso suggestioni sonore e visive in  un viaggio verso il Medio Oriente che fa anche riflettere su altri percorsi più complessi, che inducono tanti uomini, donne e bambini a lasciare la loro terra in cerca di un futuro migliore. Le letture saranno affidate alla voce dell'attrice Camilla Lopez.

 

In SISMA, la raffinatissima ricerca visiva che da sempre accompagna i percorsi e i progetti teatrali della compagnia ravennate Fanny & Alexander, viene impressa in oltre 50 scatti eseguiti da Fedrigoli nel corso degli ultimi due decenni, creando un percorso espositivo attraverso 40 spettacoli messi in scena. La mostra, a ingresso gratuito, si inserisce nell’ambito di Fèsta, il festival delle arti performative curato da E-Production ed è visibile negli spazi dell’osteria, tra bancone, tavoli e pareti dello storico circolo di Gambellara (Ravenna). 

Era il 1999 quando Fedrigoli entrò in contatto con l’arte di Fanny & Alexander. Una conoscenza nata proprio durante uno spettacolo teatrale della compagnia a Verona. Ne è seguito un lavoro sulla Ravenna industriale notturna, che mise a fuoco la singolare dicotomia tra natura e industria, tra antico e moderno, insita in alcune aree della città. Da qui, la ricerca visiva di Fedrigoli si è fatta sempre più vicina al percorso della compagnia teatrale, fino a entrare con le sue visioni all’interno del processo creativo, come parte integrante della costruzione scenica.