Cronaca

La Regione: "Bandi separati per Forlì e Rimini"

L’assessore Peri ha chiesto a Enac di vedere la gara prima della pubblicazione. L’auspicio è che ci sia la clausola sociale per il recupero dei lavoratori in cassa integrazione

La Regione: "Bandi separati per Forlì e Rimini"

L'ultimo volo al Ridolfi a fine marzo scorso (foto Rondoni)

| Altro
N. Commenti 0

06/dicembre/2013 - h. 09.23

BOLOGNA - La Regione ha già dato parere favorevole affinché l’Enac indica due bandi separati per l’assegnazione delle concessioni di volo, uno per l’aeroporto di Forlì e uno per quello di Rimini. Parola dell’assessore regionale ai Trasporti, Alfredo Peri. Lo fa sapere la consigliera regionale Udc Silvia Noè che su sollecitazione del consigliere comunale forlivese Andrea Pasini lo ha chiesto direttamente all’amministratore regionale.

Peri ha precisato a Noè anche “di avere concordato con il presidente Riggio dell’Enac di vedere le bozze di bando prima che vengano pubblicate, auspicando, per quanto riguarda il bando di Forlì, che contenga una clausola sociale per il recupero delle figure professionali oggi in cassa integrazione. Il pallino, adesso, è  nella mani dell’Enac”. Soddisfatto il consigliere Pasini del bando ad hoc solo per Forlì. L’esponente dell’Udc torna però a chiedere “su quale base Peri ritiene strategico l’aeroporto di Rimini e non Forlì”.

“Non vogliamo credere - spiega - che l’assessore non sappia che per equiparare in termini di strutture, servizi, e procedure l’aeroporto di Rimini ai livelli di Bologna e Forlì servono investimenti di decine di milioni, oltre ad almeno cinque anni di tempo. Non vuole forse ammettere che l’aeroporto strategico e essenziale per l’intera Romagna e per la filiera dei servizi, economia, sociale, turismo, industria esiste già a Forlì e questo è anche baricentrico all’intero territorio romagnolo oltre ad essere più vicino a Bologna e quindi naturalmente complementare al Marconi. Ruolo che si paleserà quando Bologna raggiungerà la saturazione nella sua capacità operativa”.