Romagna

Capodanno: grandi affari per il turismo

Alberghi pieni e previsioni ben al di sopra delle aspettative

Capodanno: grandi affari per il turismo

Fuochi d'artificio alla Rocca sforzesca di Imola. FOTO SANNA

| Altro
N. Commenti 0

02/gennaio/2015 - h. 16.21

ROMAGNA - Eventi e concerti 'battono' il freddo. E così l'Emilia-Romagna può festeggiare un successo turistico a Capodanno, in tutta la regione, dalla riviera alle città d'arte; con il pienone negli hotel aperti per le festività. Secondo l'Apt, infatti, "in occasione del Capodanno si è registrata in tutta la regione un'ottima affluenza di turisti, con un alto tasso di occupazione superiore all'84% negli oltre 1.000 alberghi complessivamente aperti, dei quali circa 650 sulla riviera e 290 nelle città d'arte della regione dove la permanenza media è stata superiore ai tre giorni".

C'è stato il 'tutto esaurito' sulle piste da sci dei principali impianti dal Corno alle Scale al Cimone e "buoni risultati" si registrano anche nelle 16 strutture ricettive termali "dove si conferma il tutto esaurito per il fine anno, con i mesi di novembre e dicembre contraddistinti da un trend positivo in forte crescita". Gli eventi, e le tante iniziative che hanno animato le piazze, le terme, i luoghi d'arte e cultura insieme agli impianti sciistici "confermano la grande attrattività turistica della nostra regione nonostante il freddo intenso", tira le somme Andrea Corsini, neoassessore al Turismo dell'Emilia-Romagna. "Piazze affollate, ristoranti pieni ed hotel con un tasso di occupazione camere superiore all'84%, in crescita rispetto allo scorso anno, sono un segnale incoraggiante  per tutto il comparto turistico della regione", aggiunge.

A Rimini 130.000 persone hanno seguito gli eventi nel centro storico e a Marina. A Riccione, in piazzale Ceccarini, oltre 5.000 persone hanno salutato con un brindisi il nuovo anno e oltre 3.000 per il concerto di Noemi a Bellaria Igea Marina. Ottima affluenza anche nelle altre località della costa da Cattolica a Comacchio. A Bologna, in piazza Maggiore, al culmine della festa c'erano 30.000 persone. In piazza del Popolo, a Ravenna, in tanti hanno seguito il concerto di Joe Dibrutto e del suo gruppo. Positivo il bilancio anche dei ristoranti che hanno registrato quasi ovunque il pienone. A Ferrara, nonostante le temperature polari la piazza si è riempita fin dal primo pomeriggio per il tradizionale incendio del Castello Estense. A Cesena, in tanti alla festa in piazza del Popolo. In migliaia a Forlì hanno sfidato la temperatura scesa al di sotto dei due gradi per ballare e brindare in piazza Saffi. E ancora, in migliaia in piazza Grande a Modena per il concerto di Enrico Ruggeri. Successo anche per le feste di Piacenza, dove si è brindato in piazza Cavalli, Reggio Emilia, dove a fare da palcoscenico al brindisi c'era Piazza Martiri del 7 Luglio e Parma.