Aziende

Trevi, ricavi in crescita del 7,3%: 1.342,3 milioni

Il Cda del noto gruppo cesenate tra i protagonisti mondiali del settore dell’ingegneria ha approvato il bilancio consolidato

Trevi, ricavi in crescita del 7,3%: 1.342,3 milioni

Stefano Trevisani nuovo ad di Trevi

| Altro
N. Commenti 0

26/marzo/2016 - h. 20.26

Consiglio di Amministrazione di Trevi-Finanziaria Industriale Spa, Holding del Gruppo Trevi, tra i protagonisti mondiali nel settore dell’ingegneria del sottosuolo e nella produzione delle macchine per fondazioni e perforazioni, ha approvato il progetto di bilancio consolidato al 31 dicembre 2015. Evidenziati ricavi totali pari a 1.342,3 milioni di euro in aumento del 7,3% rispetto ai 1.250,7 milioni raggiunti nel 2014. Il valore della produzione è aumentato nell’esercizio del 6,6% attestandosi a 1.368,4 milioni di euro.

L’Ebitda è pari a euro 8,9 milioni (0,7% sui ricavi totali) contro euro 126,4 milioni dello scorso esercizio. l’ebit raggiunge euro -87,9 milioni (-6,5% sui ricavi totali) contro euro 62,6 milioni precedenti. La società ha chiuso l’esercizio 2015 con un utile netto pari a euro 7,3 milioni rispetto ad euro 7,2 milioni del 2014. Il settore fondazione, già forte di un cospicuo portafoglio d’ordine e con l’acquisizione della diga di Mosul, ha incrementato notevolmente la sua visibilità.

Il valore del contratto, come reso già noto, è pari a 273 milioni da eseguirsi entro il 2017. Il Cda, presieduto da Davide Trevisani, ha approvato un nuovo processo organizzativo della Trevi Finanziaria Industriale SpA con la nomina di Davide Trevisani, manterrà altresì il ruolo di Stefano Trevisani Ad della Società. Davide Trevisani, manterrà altresì il ruolo di presidente del Consiglio di Amministrazione