Fiere

Macfrut va verso il tutto esaurito

La presentazione a Rimini Wellness, dove è presente con uno spazio, Fruit&Veg Fantasy Show

Macfrut va verso il tutto esaurito
| Altro
N. Commenti 0

05/giugno/2016 - h. 01.11

Una grande opportunità per gli stakeholder della filiera ortofrutticola e del territorio è quella di investire in Cesena Fiera e nelle possibilità di sviluppo di Macfrut. Questo l’annuncio di Renzo Piraccini, Presidente di Cesena Fiera, a margine della conferenza stampa a Rimini Wellness nel corso della quale è stato presentato anche lo stato dell’arte di Macfrut 2016. Viaggia a pieno ritmo la 33a edizione di Macfrut, la fiera dell’ortofrutta in programma a Rimini Fiera dal 14 al 16 settembre prossimo.

“A tre mesi e mezzo dall’appuntamento fieristico abbiamo venduto il 90% degli spazi disponibili – afferma Renzo Piraccini, Presidente di Macfrut – Un centinaio le nuove grandi aziende presenti, con la partecipazione di tutti i più grandi gruppi europei delle tecnologie, del packaging, degli imballaggi”. La kermesse dell’ortofrutta organizzata da Cesena Fiera sarà ospitata su 7 padiglioni (uno in più rispetto al 2015) su un’area complessiva di 40 mila metri quadrati (33mila nel 2015)”. Macfrut è presente a Rimini Wellness con uno spazio, Fruit&Veg Fantasy Show, insieme a otto grandi gruppi dell’ortofrutta (Dole, Dimmidisi, Marlene, Ortoromi Insalat’Arte, Solarelli, Valfrutta e Jingold e Fruit24). Obiettivo solidale è: promuovere in maniera innovativa il consumo di ortofrutta nei consumatori. Un consumo che pare col vento in poppa a livello nazionale tanto da registrare un +3% nel primo trimestre 2016 (1,95 milioni di tonnellate, circa 60.000 tonnellate in più), trend che prosegue il momento positivo registrato nel 2015 (+3%).

“Dopo un 2003- 2013 di calo progressivo, siamo davanti a una svolta – ha affermato Paolo Bruni, Presidente del Centro Servizi Ortofrutticoli – I fattori? La quarta gamma, il biologico e le produzioni innovative”. E sui benefici di frutta e verdura si è soffermato Iader Fabbri, nutrizionista della nazionale italiana di ciclismo. “Nell’alimentazione frutta e verdura sono fondamentali, almeno cinque volte al giorno”. Qualcuno gli ha chiesto se hanno avuto un ruolo nell’alimentazione di Vincenzo Nibali, fresco vincitore dell’ultimo giro d’Italia: “Certo, nel post gara. Dopo fatiche di quel tipo, per recuperare, frutta e verdura sono fondamentali per gli apporti vitaminici, acqua, sali minerali”.

Piero Pasini