Aziende

Trevi, commesse da 160 milioni di dollari

Il gruppo cesenate si aggiudica nuove opere in Medio Oriente e Sud America nel settore perforazioni per gas e petrolio

Trevi, commesse da 160 milioni di dollari

Il Gruppo Trevi da dx Stefano, Cesare, Davide, Simone e Gianluigi Trevisani

| Altro
N. Commenti 0

14/dicembre/2016 - h. 00.30

Un altro colpo milionario in ‘casa Trevi’. Drillmec, Società del Gruppo Trevi di Cesena, specializzata nella progettazione e costruzione di impianti di perforazione petrolifera e nella fornitura di servizi connessi alle attività di perforazione di pozzi di petrolio e gas, si è aggiudicata alcuni importanti contratti da 160 milioni di dollari in America Latina e Medio Oriente. In Sud America si è firmato un contratto per la fornitura di tre impianti di perforazione dotati delle tecnologie di ultima generazione rivolte al raggiungimento dei più alti standard di sicurezza ed efficienza. L’importante contributo dell’ingegneria e dell’esperienza Drillmec nel progettare questo tipo di Impianti di perforazione ha portato il cliente, un primario e solido operatore nel settore, ad avere piena fiducia nella Società e a selezionare l’offerta di Drillmec come quella più vantaggiosa. Gli impianti da fornire prevedono l’utilizzazione di diversi componenti e tecnologie di design e produzione interna. 
Altre commesse di minor rilevanza sono state acquisite in Europa Orientale e nei Paesi Arabi. L’attivazione di questi contratti avrà effetto già sui ricavi dell’ultimo trimestre 2016 mentre la maggior parte dell’attività di progettazione e costruzione saranno eseguite nel 2017 e nei primi mesi del 2018. Altri importanti progetti sono nella fase finale delle negoziazioni e si stima di poter concludere le trattative entro fine anno. Tutto ciò premesso, il Gruppo Trevi
ritiene che Drillmec potrà contare già a fine anno su un portafoglio ordini in
grado di fornire una buona copertura per le attività stimate per l’anno 2017.
L’amministratore delegato della Drillmec. Simone Trevisani dichiara: “In un
periodo di grandi difficoltà per il mercato internazionale del settore Oil&Gas
la Drillmec si è aggiudicata una gara internazionale fra i migliori fornitori di
tecnologie producendo una proposta tecnica ed economica vantaggiosa per il cliente. Siamo molto soddisfatti di poter esprimere tecnologie e ingegneria
riconosciute a livello internazionale". Per l’ad del Gruppo Trevi: “La stabilità del prezzo del petrolio al barile intorno ai 50 dollari ha portato negli ultimi mesi ad un aumento significativo delle negoziazioni di contratti per forniture e servizi nel nostro settore O&G, come avevamo sottolineato nel Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre. La positiva conclusione di vari contratti, fra i quali ci preme evidenziare quello appena firmato in Sud America per la fornitura di tre impianti completi, ci porta a ritenere di poter
raggiungere nel prossimo esercizio un maggior equilibrio nella gestione grazie
alle tecnologie disponibili, il posizionamento sul mercato internazionale e a
una maggiore efficienza e riduzione dei costi di struttura delle nostre società”.
Un altro colpo milionario in ‘casa Trevi’. Drillmec, Società del Gruppo Trevi di Cesena, specializzata nella progettazione e costruzione di impianti di perforazione petrolifera e nella fornitura di servizi connessi alle attività di perforazione di pozzi di petrolio e gas, si è aggiudicata alcuni importanti contratti da 160 milioni di dollari in America Latina e Medio Oriente. In Sud America si è firmato un contratto per la fornitura di tre impianti di perforazione dotati delle tecnologie di ultima generazione rivolte al raggiungimento dei più alti standard di sicurezza ed efficienza. L’importante contributo dell’ingegneria e dell’esperienza Drillmec nel progettare questo tipo di Impianti di perforazione ha portato il cliente, un primario e solido operatore nel settore, ad avere piena fiducia nella Società e a selezionare l’offerta di Drillmec come quella più vantaggiosa. Gli impianti da fornire prevedono l’utilizzazione di diversi componenti e tecnologie di design e produzione interna. 

Altre commesse di minor rilevanza sono state acquisite in Europa Orientale e nei Paesi Arabi. L’attivazione di questi contratti avrà effetto già sui ricavi dell’ultimo trimestre 2016 mentre la maggior parte dell’attività di progettazione e costruzione saranno eseguite nel 2017 e nei primi mesi del 2018. Altri importanti progetti sono nella fase finale delle negoziazioni e si stima di poter concludere le trattative entro fine anno. Tutto ciò premesso, il Gruppo Trevi ritiene che Drillmec potrà contare già a fine anno su un portafoglio ordini ingrado di fornire una buona copertura per le attività stimate per l’anno 2017.

L’amministratore delegato della Drillmec. Simone Trevisani dichiara: “In unperiodo di grandi difficoltà per il mercato internazionale del settore Oil&Gas la Drillmec si è aggiudicata una gara internazionale fra i migliori fornitori ditecnologie producendo una proposta tecnica ed economica vantaggiosa per il cliente. Siamo molto soddisfatti di poter esprimere tecnologie e ingegneriariconosciute a livello internazionale". Per l’ad del Gruppo Trevi Stefano Trevisani: “La stabilità del prezzo del petrolio al barile intorno ai 50 dollari ha portato negli ultimi mesi ad un aumento significativo delle negoziazioni di contratti per forniture e servizi nel nostro settore O&G, come avevamo sottolineato nel Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre. La positiva conclusione di vari contratti, fra i quali ci preme evidenziare quello appena firmato in Sud America per la fornitura di tre impianti completi, ci porta a ritenere di poter raggiungere nel prossimo esercizio un maggior equilibrio nella gestione grazie alle tecnologie disponibili, il posizionamento sul mercato internazionale e auna maggiore efficienza e riduzione dei costi di struttura delle nostre società”.