Rimini

La situazione economica a Rimini

Il sistema produttivo prosegue la risalita realizzando performance sempre più diffusamente positive

La situazione economica a Rimini

Fabrizio Moretti, Presidente della Camera di commercio

| Altro
N. Commenti 0

29/marzo/2017 - h. 02.26

 

La Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini ha presentato ieri il Rapporto sull’Economia, il documento che delinea l’andamento economico 2016, che quest’anno si è allargato all’analisi dei dati e delle prospettive per lo sviluppo del territorio “Romagna – Forlì-Cesena e Rimini”, circoscrizione di competenza della nuova Camera.
La presentazione, realizzata anche con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, è stata aperta da Fabrizio Moretti, Presidente della Camera di commercio, con un approfondimento sulle dinamiche territoriali e le strategie per la ripresa, lo sviluppo e l’innovazione dell’economia nel sistema Romagna.
La circoscrizione territoriale della nuova Camera, nata dall’accorpamento delle preesistenti Camere di Forlì-Cesena e di Rimini, ha una superficie di oltre 3.240 kmq, 55 Comuni, più di 730.000 abitanti, quasi 100.000 imprese e un valore aggiunto totale di oltre 19,5 miliardi di euro. Numeri che delineano una realtà imprenditoriale articolata e intraprendente caratterizzata da importanti specializzazioni e filiere sulle quali è possibile sviluppare progettualità specifiche: un mix produttivo composito nel quale alla rilevanza di un solido posizionamento nel settore primario (agricoltura e pesca) e secondario (manifattura) si affianca il ruolo di grande rilievo del terziario tradizionale (commercio, turismo) e di quello sempre più promettente del terziario avanzato e dei “grandi servizi” (cultura, università, sanità…).
Il territorio è dinamico anche sui temi strategici dell'internazionalizzazione, dell'innovazione, della responsabilità sociale e dello sviluppo sostenibile.
La cifra distintiva del tessuto imprenditoriale è rappresentata dalla ricchezza delle opportunità e dalla presenza di aree innovative; un patrimonio che gli imprenditori romagnoli hanno saputo creare con il loro impegno e la loro determinazione all’interno di sistemi territoriali virtuosi.
La realtà sociale ed economica è caratterizzata da attrattività, dinamismo e i dati strutturali dell’anno appena trascorso evidenziano che, nonostante le incertezze che caratterizzano lo scenario generale e alcune criticità irrisolte, il sistema produttivo territoriale è forte e determinato e sta proseguendo la sua risalita realizzando performance sempre più diffusamente positive.
“Valorizzare questa importante realtà, contribuendo a risolverne le criticità e investendo sui punti di forza - ha dichiarato Fabrizio Moretti -, rappresenta una grande sfida ma anche una grande opportunità e la Camera di commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini vuole essere un attore e uno strumento fondamentale per realizzare un ecosistema economico e sociale sempre più attrattivo, competitivo e innovativo. La Camera rappresenta quindi una grande occasione di “rigenerazione” del nostro modello di sviluppo e con l’impegno di tutti saprà fornire al tessuto imprenditoriale dei nostri territori il supporto necessario ad affrontare la complessità e le incertezze del contesto generale e saprà essere un esempio positivo per le altre Camere che in Regione dovranno intraprendere questo percorso.
Va, inoltre, riconosciuto l’importante lavoro di analisi che in Italia le Camere di Commercio svolgono, realizzando degli Osservatori economici che sono strumenti fondamentali per la conoscenza delle diverse realtà territoriali, soprattutto nella società attuale in cui “i sistemi informativi sono diventati fattori distintivi di competitività”. La nostra Camera, in particolare – ha concluso Moretti - eredita una tradizione dalle due Camere accorpate di forte impegno nella realizzazione di sistemi informativi, articolati e innovativi, per la comprensione del contesto e degli scenari, la pianificazione di nuove iniziative e la valutazione dei loro effetti.
All’intervento del Presidente Moretti sono seguiti: l’approfondimento di Guido Caselli, Responsabile Centro Studi Unioncamere Emilia-Romagna sugli “Scenari per lo sviluppo territoriale” e la tavola rotonda “Quali leve per lo sviluppo dell'economia di Rimini e della Romagna", moderata da Cesare Trevisani, alla quale hanno partecipato: Sergio Brasini, Coordinatore Campus di Rimini, Eugenia Rossi di Schio, Assessore all’Innovazione Digitale, Ricerca e Sviluppo, Servizi Civici del Comune di Rimini, Bruno Bernabei, Presidente Food in Tour, Francesco Rinaldi, Responsabile Gruppo Ubisol. Ha concluso l’incontro Emma Petitti, Assessore al bilancio, riordino istituzionale, risorse umane e pari opportunità della Regione Emilia-Romagna.
La Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini ha presentato ieri il Rapporto sull’Economia, il documento che delinea l’andamento economico 2016, che quest’anno si è allargato all’analisi dei dati e delle prospettive per lo sviluppo del territorio “Romagna – Forlì-Cesena e Rimini”, circoscrizione di competenza della nuova Camera.

 

La presentazione, realizzata anche con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, è stata aperta da Fabrizio Moretti, Presidente della Camera di commercio, con un approfondimento sulle dinamiche territoriali e le strategie per la ripresa, lo sviluppo e l’innovazione dell’economia nel sistema Romagna.

La circoscrizione territoriale della nuova Camera, nata dall’accorpamento delle preesistenti Camere di Forlì-Cesena e di Rimini, ha una superficie di oltre 3.240 kmq, 55 Comuni, più di 730.000 abitanti, quasi 100.000 imprese e un valore aggiunto totale di oltre 19,5 miliardi di euro. Numeri che delineano una realtà imprenditoriale articolata e intraprendente caratterizzata da importanti specializzazioni e filiere sulle quali è possibile sviluppare progettualità specifiche: un mix produttivo composito nel quale alla rilevanza di un solido posizionamento nel settore primario (agricoltura e pesca) e secondario (manifattura) si affianca il ruolo di grande rilievo del terziario tradizionale (commercio, turismo) e di quello sempre più promettente del terziario avanzato e dei “grandi servizi” (cultura, università, sanità…).

Il territorio è dinamico anche sui temi strategici dell'internazionalizzazione, dell'innovazione, della responsabilità sociale e dello sviluppo sostenibile.La cifra distintiva del tessuto imprenditoriale è rappresentata dalla ricchezza delle opportunità e dalla presenza di aree innovative; un patrimonio che gli imprenditori romagnoli hanno saputo creare con il loro impegno e la loro determinazione all’interno di sistemi territoriali virtuosi. La realtà sociale ed economica è caratterizzata da attrattività, dinamismo e i dati strutturali dell’anno appena trascorso evidenziano che, nonostante le incertezze che caratterizzano lo scenario generale e alcune criticità irrisolte, il sistema produttivo territoriale è forte e determinato e sta proseguendo la sua risalita realizzando performance sempre più diffusamente positive.

“Valorizzare questa importante realtà, contribuendo a risolverne le criticità e investendo sui punti di forza - ha dichiarato Fabrizio Moretti -, rappresenta una grande sfida ma anche una grande opportunità e la Camera di commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini vuole essere un attore e uno strumento fondamentale per realizzare un ecosistema economico e sociale sempre più attrattivo, competitivo e innovativo. La Camera rappresenta quindi una grande occasione di “rigenerazione” del nostro modello di sviluppo e con l’impegno di tutti saprà fornire al tessuto imprenditoriale dei nostri territori il supporto necessario ad affrontare la complessità e le incertezze del contesto generale e saprà essere un esempio positivo per le altre Camere che in Regione dovranno intraprendere questo percorso.

Va, inoltre, riconosciuto l’importante lavoro di analisi che in Italia le Camere di Commercio svolgono, realizzando degli Osservatori economici che sono strumenti fondamentali per la conoscenza delle diverse realtà territoriali, soprattutto nella società attuale in cui “i sistemi informativi sono diventati fattori distintivi di competitività”. La nostra Camera, in particolare – ha concluso Moretti - eredita una tradizione dalle due Camere accorpate di forte impegno nella realizzazione di sistemi informativi, articolati e innovativi, per la comprensione del contesto e degli scenari, la pianificazione di nuove iniziative e la valutazione dei loro effetti.

All’intervento del Presidente Moretti sono seguiti: l’approfondimento di Guido Caselli, Responsabile Centro Studi Unioncamere Emilia-Romagna sugli “Scenari per lo sviluppo territoriale” e la tavola rotonda “Quali leve per lo sviluppo dell'economia di Rimini e della Romagna", moderata da Cesare Trevisani, alla quale hanno partecipato: Sergio Brasini, Coordinatore Campus di Rimini, Eugenia Rossi di Schio, Assessore all’Innovazione Digitale, Ricerca e Sviluppo, Servizi Civici del Comune di Rimini, Bruno Bernabei, Presidente Food in Tour, Francesco Rinaldi, Responsabile Gruppo Ubisol. Ha concluso l’incontro Emma Petitti, Assessore al bilancio, riordino istituzionale, risorse umane e pari opportunità della Regione Emilia-Romagna.