Tasse

Pressione fiscale in crescita: si tocca quota 38,9%

Salito il reddito disponibile delle famiglie consumatrici, che segna un +1,5%

Pressione fiscale in crescita: si tocca quota 38,9%
| Altro
N. Commenti 0

30/giugno/2017 - h. 12.38

Nel primo trimestre del 2017 la pressione fiscale è salita al 38,9%, segnando un aumento di 0,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Secondo quanto rileva l'Istat, nello stesso periodo di riferimento il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è aumentato dell'1,5% rispetto al trimestre precedente, mentre i consumi sono cresciuti dell'1,3%. Di conseguenza, spiega l'istituto, la propensione al risparmio è stata pari all'8,5%, in aumento di 0,3 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.
L'indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è stato pari al 4,3%, risultando inferiore di 0,6 punti percentuali rispetto allo stesso trimestre del 2016. Il saldo primario delle stesse amministrazioni pubbliche è risultato negativo, con un'incidenza sul Pil dello 0,6%, così come è stato negativo il saldo corrente, con un'incidenza sul Pil dell'1,7%.
Nel primo trimestre del 2017 la pressione fiscale è salita al 38,9%, segnando un aumento di 0,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Secondo quanto rileva l'Istat, nello stesso periodo di riferimento il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è aumentato dell'1,5% rispetto al trimestre precedente, mentre i consumi sono cresciuti dell'1,3%. Di conseguenza, spiega l'istituto, la propensione al risparmio è stata pari all'8,5%, in aumento di 0,3 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.

L'indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è stato pari al 4,3%, risultando inferiore di 0,6 punti percentuali rispetto allo stesso trimestre del 2016. Il saldo primario delle stesse amministrazioni pubbliche è risultato negativo, con un'incidenza sul Pil dello 0,6%, così come è stato negativo il saldo corrente, con un'incidenza sul Pil dell'1,7%.