Banche

Crédit Agricole Cariparma conferma l'interesse su Carim

Nell'acquisizione rientrerebbe anche Cassa di Risparmio di Cesena. Esclusiva prorogata al 30 settembre

Crédit Agricole Cariparma conferma l'interesse su Carim

Sido Bonfatti, presidente di Banca Carim

| Altro
N. Commenti 0

05/agosto/2017 - h. 19.29

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Carim - Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A., presieduto dal Prof. Avv. Sido Bonfatti, riunitosi ieri, ha preso atto del rinnovo della manifestazione di interesse inviata da Crédit Agricole Cariparma S.p.A. che, al termine del periodo previsto per la conclusione delle discussioni preliminari e ad esito dell’attività di due diligence da essa condotta, ha confermato al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi - sezione Schema Volontario («FITD») il proprio interesse per la possibile acquisizione del controllo della Cassa di Risparmio di Rimini (unitamente alla Cassa di Risparmio di Cesena e alla Cassa di Risparmio di San Miniato) e il rilievo strategico che tale complessiva operazione riveste per il perseguimento degli obiettivi di crescita del gruppo Crédit Agricole in Italia.
 
Il Consiglio di Amministrazione di questa Banca, avendo maturato la convinzione - condivisa altresì nel comunicato stampa diffuso da Crédit Agricole – che l’esecuzione dell’operazione allo studio consentirà di conseguire gli obiettivi della tutela dei depositanti, della difesa dei posti di lavoro, nonché di beneficiare della possibile integrazione all’interno di un gruppo bancario internazionale, con ricadute positive sull’economia dei territori di riferimento, e sugli stessi Soci della Banca, ha quindi deliberato di estendere il periodo di esclusiva in favore di Crédit Agricole Cariparma S.p.A. sino al 30 settembre 2017.
Il Consiglio di Amministrazione di Banca Carim - Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A., presieduto dal Prof. Avv. Sido Bonfatti, riunitosi ieri, ha preso atto del rinnovo della manifestazione di interesse inviata da Crédit Agricole Cariparma S.p.A. che, al termine del periodo previsto per la conclusione delle discussioni preliminari e ad esito dell’attività di due diligence da essa condotta, ha confermato al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi - sezione Schema Volontario («FITD») il proprio interesse per la possibile acquisizione del controllo della Cassa di Risparmio di Rimini (unitamente alla Cassa di Risparmio di Cesena e alla Cassa di Risparmio di San Miniato) e il rilievo strategico che tale complessiva operazione riveste per il perseguimento degli obiettivi di crescita del gruppo Crédit Agricole in Italia. 

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Carim, avendo maturato la convinzione - condivisa altresì nel comunicato stampa diffuso da Crédit Agricole – che l’esecuzione dell’operazione allo studio consentirà di conseguire gli obiettivi della tutela dei depositanti, della difesa dei posti di lavoro, nonché di beneficiare della possibile integrazione all’interno di un gruppo bancario internazionale, con ricadute positive sull’economia dei territori di riferimento, e sugli stessi Soci della Banca, ha quindi deliberato di estendere il periodo di esclusiva in favore di Crédit Agricole Cariparma S.p.A. sino al 30 settembre 2017.